Quantcast

Cava de’ Tirreni. Bilancio 2021: nelle previsioni i conti non tornano

Cava de’ Tirreni. Bilancio 2021: nelle previsioni i conti non tornano. Ce ne parla Valentino Di Domenico in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino. 

Clima rovente al Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni, non soltanto per le alte temperature di questi giorni ma per cercare di far quadrare i conti dell’Ente. Le difficoltà sono evidenti tant’è che l’amministrazione comunale è riuscita ad approvare in extremis il rendiconto di gestione per l’anno 2020 mentre sicuramente non rispetterà il termine ultimo, fissato per il 31 luglio, salvo ulteriori proroghe, per l’adozione del bilancio di previsione 2021/23. Ad annunciarlo è stato lo stesso sindaco Vincenzo Servalli. «È una situazione di estrema difficoltà per tutti gli Enti Locali e ovviamente anche per il Comune di Cava de’ Tirreni. Il 2020 – ha chiosato il primo cittadino – è stato un anno orribile sotto tutti i punti di vista e ci sono state delle ricadute molte negative anche sul bilancio del Comune, costretto a fare i conti con entrate ridotte all’osso e con trasferimenti statali sempre più esigui». Ieri pomeriggio si è tenuta la riunione della giunta comunale nel corso quella quale è stato approvato il rendiconto di gestione relativo all’anno 2020, che si è chiuso con un disavanzo significativo che dovrà essere colmato nei prossimi anni. Rispetto alle previsioni, nelle casse dell’Ente mancano circa 12 milioni di euro.

IL DECREMENTO Già da anni il Comune di Cava de’ Tirreni stava riducendo pian piano il suo disavanzo, ma la dura mazzata, che ha fatto registrare un decremento delle entrate di oltre 9 milioni di euro, è arrivata con l’emergenza sanitaria legata al Covid che ha bloccato le attività economiche dell’intero Paese. A dare una boccata d’ossigeno alle casse comunali è stato il contributo di 2 milioni e 665mila euro, stanziato dal Governo nell’ambito del Decreto Sostegni bis per dare una mano ai Comuni italiani in grande difficoltà in questo periodo. Tuttavia le difficoltà maggiori ora riguardano l’adozione del bilancio di previsione 2021/23. «Mentre abbiamo chiuso la partita del bilancio consuntivo – ha spiegato il sindaco Vincenzo Servalli – ora abbiamo ancora qualche incognita sul bilancio di previsione che sicuramente non riusciremo ad approvare nei termini previsti, ma insieme all’assessore Garofalo e a tutti gli uffici competenti stiamo lavorando per cercare di fare le cose per bene». Tenendo conto delle enormi difficoltà di numerosi Enti Locali non è escluso che il Consiglio dei Ministri nei prossimi giorni possa concedere un’ulteriore proroga per l’approvazione del bilancio di previsione. Il prossimo 4 agosto, il primo cittadino insieme ad altri colleghi della Provincia, sarà ricevuto dal prefetto Francesco Russo al quale saranno illustrate tutte queste problematiche. «Mi auguro che, facendo grandi sacrifici per i prossimi anni si possa trovare una quadra che ci consenta un elevato livello di servizi fondamentali» ha chiuso Servalli.

Commenti

Translate »