Quantcast

Cava  de’ Tirreni: 1200 chili di bitume in strada, aziende edili nel mirino

Cava  de’ Tirreni: 1200 chili di bitume in strada, aziende edili nel mirino. Ce ne parla Valentino Di Domenico in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino. 

Continuano gli smaltimenti illeciti di rifiuti speciali sul territorio di Cava de’ Tirreni. Uno degli episodi più eclatanti, non soltanto per il massiccio quantitativo di guaina bituminosa abbandonato, si è verificato nei giorni scorsi, in via Aniello Vitale, lungo la vecchia strada in località Pisciricoli. Ignoti, infatti, molto probabilmente nel corso della notte, approfittando del fatto che l’arteria è praticamente inutilizzata dagli automobilisti in virtù della variante che consente di bypassare la strettoia, hanno ben pensato di abbandonare proprio al centro della strada dei grossi sacchi contenenti oltre 1.200 chili di guaina bituminosa. L’amara scoperta è stata fatta dagli operatori della Metellia Servizi che, durante il loro quotidiano giro per la raccolta dei rifiuti, hanno trovato i rifiuti speciali.

LO SMALTIMENTO L’episodio è stato prontamente segnalato all’assessorato all’ambiente, retto da Nunzio Senatore, e al comando della polizia locale. Prima di essere smaltito sarà necessario eseguire la caratterizzazione del materiale presente nei grossi bustoni e poi procedere alla rimozione da parte di un’impresa specializzata. Tenendo conto dell’ingente quantitativo di guaina bituminosa rinvenuto, tutto lascia pensare che non si sia trattato di un privato cittadino alle prese con piccoli interventi di manutenzione, bensì un’impresa edile che, magari dopo eseguito lavori completamente a nero, per non sobbarcarsi anche gli oneri di smaltimento degli inerti, ha deciso di abbandonarlo in un luogo isolato gravando così su tutta la collettività. Infatti, per le analisi, la rimozione e lo smaltimento in discarica autorizzata le spese superano le 10mila euro che ovviamente saranno caricate sulle bollette dei cittadini cavesi. Negli ultimi giorni, la presenza di frammenti di guaina bitumisosa abbandonata lungo le strade periferiche è stata segnalata anche in via Michele Baldi, via Roberto Virtuso e via Giovanni Siani. In diverse zone, invece, sono stati rinvenuti anche manufatti in amianto. Intanto, la fattiva ed incessante cooperazione che si è venuta a creare fra il Nucleo ispettori ambientali, la polizia locale e gli operatori della Metellia Servizi, continua a dare apprezzabili risultati. Nei giorni scorsi, rovistando fra i rifiuti giacenti a terra, in un «bustone» di plastica nera, ben chiuso, sono stati rinvenuti anche documenti fiscali per un imponibile, Iva al 4% e 10% compresa, pari a 3.700 euro, trasmettendoli alla guardia di finanza per gli approfondimenti. Allo stato, il solo Nucleo ispettori ha elevato numerosi verbali per il conferimento di rifiuti indifferenziati ed in giorni non consentiti, sia da parte delle utenze domestiche e sia non domestiche come, in special modo, gli esercizi addetti alla ristorazione.

Commenti

Translate »