Quantcast

Capri, invasione di barche in zone vietate. Borrelli: “Controlli e punizioni più severe”

Capri, invasione di barche in zone vietate. Borrelli: “Controlli e punizioni più severe”.

“Centinaia e centinaia di natanti affollano ed invadono le insenature dell’isola di Capri, anche nelle zone vietate”. È l’allarme lanciato dai cittadini e segnalato al consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

“La situazione è grave e va posto un freno, per questo abbiamo richiesto maggiori e più severi controlli da parte della guardia costiera e anche della guardia di finanza. L’invasione di barche senza regole e senza controlli che invadono in modo selvaggio il mare del nostro golfo anche li dove è vietato va fermata a tutti i costi”, spiega il consigliere Borrelli.

“Queste centinaia di imbarcazioni, che soprattutto il fine settimana invadono le insenature, anche lì dove è vietato, e le proiezioni basate su quello che è avvenuto negli anni passati ci dicono che nel mese di agosto il fenomeno andrà a peggiorare, con l’intensa attività di ancoraggio vanno a mettere in pericolo la fauna e la flora delle nostre acque. Per questo bisogna mettere a punto un vero progetto delle aree marine protette, con controlli rigidi e punizioni severe per chi trasgredisce” le parole di Paolo Falco, consigliere comunale di Capri.

Commenti

Translate »