Quantcast

Capri, i sindaci contro l’azienda del bus: “Dopo incidente molti mezzi spariti dalla circolazione”

Capri, i sindaci contro l’azienda del bus: “Dopo incidente molti mezzi spariti dalla circolazione”. Dopo l’incidente avvenuto a Capri lo scorso giovedì 22 luglio, l’Atc, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico sull’isola azzurra, ha ritirato in deposito diversi mezzi.

I primi cittadini dei due Comuni di Capri ed Anacapri, rispettivamente Marino Lembo ed Alessandro Scoppa, esprimono serie “preoccupazioni riguardo la viabilità e il servizio pubblico di trasporto nell’intera isola” perché, si legge nella nota, dopo l’incidente l’Atc “ha lasciato in circolazione pochissimi bus rispetto al proprio parco automezzi“. La decisione dell’azienda secondo i sindaci non sarebbe stata né comunicata né concordata con le amministrazioni locali. Quindi, l’attacco all’azienda, definita “inadeguata rispetto all’importanza di un servizio così vitale per la nostra isola“.

Scoppa e Lembo si sono rivolti alla Città Metropolitana, che è l’ente concessionario del servizio, “anche in difesa dell’alto interesse dell’isola e dei suoi concittadini, che non meritano che tale indispensabile servizio sia ancora affidato ad una società che non rispetta in alcun modo lo standard di qualità della nostra isola“.

Commenti

Translate »