Quantcast

Architettura in Progress, il 15 e il 16 luglio i due convegni a Salerno

Più informazioni su

Architettura in Progress. Il futuro della Professione, la Riqualificazione urbana e qualità del costruito, questi i temi importanti e attuali che verranno trattati durante due convegni organizzati dall’Ordine degli Architetti P.P.C. di Salerno, il 15 ed il 16 Luglio presso l’Hotel Mediterranea a Salerno.

Tanti i nomi eccellenti nel parterre dei relatori, protagonisti autorevoli sia del settore Ordinistico che Politico, noti nel panorama nazionale per il loro incessante e prezioso impegno sui temi della professione, dell’architettura e della best practice.

L’evento ha ottenuto il patrocinio dell’Ordine Nazionale e lo stesso suo presidente, Arch. Francesco Miceli, parteciperà ai lavori relazionando insieme a molti altri sul futuro degli spazi costruiti delle nostre città e su una proposta di legge per l’Architettura necessaria per un Paese come il nostro che custodisce un patrimonio di eccezionali bellezze architettoniche che lo rendono unico al mondo. Si parlerà anche dell’importanza dell’impiego nello svolgimento della professione dei nuovi strumenti informatici.

Fondamentali i contributi sulla ripartenza della professione. Il senatore Salvatore Margiotta relazionerà sul delicato ed annoso tema della semplificazione e sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ed il Senatore Riccardo Nencini, Presidente della Commissione Cultura del Senato della Repubblica, parlerà della Città del Futuro. L’Architetto Bruno Discepolo, Assessore all’Urbanistica della Regione Campania, argomenterà, anche alla luce del suo personale incessante impegno nel settore, sul tema del Governo del territorio e qualità de costruito.
La seconda giornata vedrà la partecipazione del sindaco di Salerno Vincenzo Napoli e la descrizione di un ambizioso progetto portato avanti dal nostro organo di rappresentanza grazie al prezioso contributo dei componenti della Commissione Riuso dell’Ordine degli Architetti di Salerno, giovani di gran volontà e talento che stanno portando avanti un interessante esperimento di riqualificazione urbana sul fronte del mare cittadino a dimostrazione che pensare ad una diversa immagine di città, più sostenibile e di maggiore qualità architettonica entro cui il cittadino possa ritrovare i valori più autentici e veri del vivere, è possibile e praticabile anche per strappare al degrado crescente ed inesorabile tanti brani dei nostri centri urbani nati e cresciuti nelle becere logiche del profitto e lontane dall’ubbidire, come si dovrebbe, ai sani ed autentici valori della sostenibilità. Ciò che sarà presentato da Emmanuel Ruggiero, Eva Antonucci, Giulia Cerone, Francesco Alfano e Adele Caputo, i volenterosi e talentosi giovani della nostra commissione “Rigenerazione urbana” è un esperimento ripetibile in tutto il tessuto urbano per recuperare qualità del vivere e quella cronica assenza di standard che rendono complicato muoversi e vivere gli attuali spazi della nostra città.

Sarà una due giorni intensa che grazie alla sinergia instaurata fra mondo ordinistico e politica potrà essere base importante su cui fondare un autentico sforzo sinergico per indicare ai cittadini del nuovo tempo il modo più corretto per garantire un più autentico modello di sviluppo e crescita con la giusta ed irrinunciabile attenzione ai temi della sostenibilità e rispetto del nostro delicato e fragilissimo equilibrio eco-sistemico, pensando che il mondo in cui tutti viviamo e le sue risorse che ogni giorno utilizziamo non le abbiamo ricevute in dono o in eredità dagli antenati ma le prendiamo in prestito dai nostri figli.

Più informazioni su

Commenti

Translate »