Quantcast

Acque torbide in penisola sorrentina? L’oceanografo Spezie: “Non spariamo sentenze”

Acque torbide in penisola sorrentina? Antonino Siniscalchi riporta l’intervista di Vincenzo Califano all’oceanografo e professore emerito dell’Università Parthenope di Napoli. Il Prof. Giancarlo Spezie. Si tratta di una figura molto rilevante nell’ambito dello studio della salute del mare.

Nell’intervista di Califano, si tenta di risalire alle cause delle cosiddette schiume bianche e acque presumibilmente sporche della penisola sorrentina. Nonostante molti dei suoi comuni si riconfermino Bandiera Blu, i bagnanti hanno lamentato spesso acque torbide e poco raccomandabili per un tuffo.

In base a quanto ci spiega il Prof. Spezie, la causa è dovuta alla scarsa circolazione delle acque: “Questa situazione non nasce o si sviluppa qui. Non è un fatto legato al litorale di Piano, Meta, Sant’Agnello e Sorrento. Questo sistema è legato ad un sistema più grande, che è il Golfo di Napoli, che a sua volta è legato al Mar Tirreno, ecc. Quello che vediamo è una conseguenza di processi che avvengono anche a notevoli distanze.”

Commenti

Translate »