Quantcast

A Capri è caos di barche: boom di multe

A Capri è caos di barche: boom di multe. Ce ne parla Marco Milano in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis. 

Caos in mare a Capri, migliaia di euro di sanzioni, multate anche le compagnie di navigazione, da Europa Verde: «Situazione grave, punizioni esemplari ». Intensa attività per gli uomini della Guardia Costiera che negli ultimi giorni hanno elevato numerosi verbali a carico di diportisti. Tra le trasgressioni anche gli ormeggi in zone vietate e situazioni di intralcio in ambito portuale. Su quest’ultimo caso da parte della Capitaneria di Porto è stati ricordato che vige «il divieto di non attendere in sosta all’interno del bacino portuale, con obbligo di restare a 400 metri dall’imboccatura, finché non si riceve l’autorizzazione all’ingresso da parte del porto turistico, pena ingenti sanzioni amministrative o, nei casi più gravi, denuncia penale per inosservanza di norme inerenti la sicurezza della navigazione».

Multa anche per un utente sorpreso con la propria canoa a remi, in transito nel porto. Inoltre sono stati sanzionati anche due diportisti per mancanza di assicurazione e patente nautica a bordo.

Pugno duro anche nei confronti delle compagnie di navigazione, sono state elevate, infatti, sanzioni amministrative per mancanza di personale di assistenza in banchina e per inosservanza di ordinanze dell’autorità marittima in materia di sicurezza, oltre a due ammende salatissime a carico di concessionari in ambito portuale.

Il battello dipendente Gc B 123 di recente assegnazione, invece, si sta dedicando nell’ambito dell’attività di vigilanza condotta a mare, al presidio del bacino portuale e dell’avamporto nelle ore di maggior affluenza, con diversi controlli nella baia di Marina Piccola, a causa di numerose segnalazioni di unità sottocosta.

«Centinaia e centinaia di natanti affollano ed invadono le insenature dell’isola di Capri – questo l’allarme raccolto dal consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli – la situazione è grave e va posto un freno».

Commenti

Translate »