Quantcast

Sorrento, lettera anonima sull’Ospedale con accuse

Più informazioni su

Sorrento, guerra tra bande in Ospedale . E’ quello che scrive Talepiano di Johnny Pollio per una lettera che è giunta anche in redazione a Positanonews, ma ci ha anticipati.. Si tratta di accuse che vengono fatte a un medico, cosa stia succedendo non lo sappiamo, qui di seguito riportiamo quello he ha scritto il Talepiano

E’ da settimane che lo andiamo ripetendo: all’interno del nosocomio di Sorrento vi è un atto “una guerra tra bande”.

La conferma è arrivata oggi. A consegnarla un ignaro postino nella buca delle lettere del nostro Presidente. Uno scritto di poche righe. Poche, ma “intense” che portano un titolo emblematico:

Scandalo a Sorrento

Subito dopo nella missiva viene raccontato un episodio che sarebbe accaduto nel marzo scorso, in piena emergenza COVID…

…quando venivano garantiti solo gli interventi di urgenza e un protocollo già firmato preparava la rianimazione ad accettare per la seconda volta i pazienti Covid positivi.

Già da questa prefazione si arguisce agevolmente che l’anonimo redattore deve essere uno che conosce bene i fatti, probabilmente addirittura un interno, che accidenti ne potrebbe sapere un semplice utente di queste cose?

L’anonimo però non si ferma e denuncia che un’equipe esterna alla struttura di nascosto dai vertici aziendali avrebbe operato un parente di un medico ospedaliero interno. Un intervento non di urgenza con tanto di degenza pre e post avvenuto sempre presso la struttura sorrentina.

Di qui la conclusione:

…Chi ha permesso ciò, nella situazione già grave in cui versa la sanità regionale e soprattutto locale, dovrebbe passarsi la mano sulla coscienza, alla faccia dei poveri cristiani che ogni giorno lottano e purtroppo muoiono.

Che vergogna!!!

Nella lettera viene anche indicato il nome del sanitario che sarebbe coinvolto, nome che abbiamo volutamente omesso, perché la lettera non risulta firmata e la circostanza tutta da verificare. Tuttavia una cosa è certa: se i fatti sono veri non è certo al nostro blog che occorre denunciare. Chi sa è giusto che esponga quanto avvenuto alle Autorità giudiziaria; se i fatti non corrispondono al vero allora è chiaro che è in atto una manovra che tende a screditare il nosocomio sorrentino.

In entrambi i casi è evidente che si tratta di una manovra tutta interna alla sanità, di cui gli utenti non sono altro che povere vittime.

Insomma ci mancava solo “Il Corvo dell’Ospedale di Sorrento”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »