Quantcast

Renato Cioffi rimpatria nella ‘sua ‘Sorrento

Sarà l’allenatore della prima squadra per la prossima stagione sportiva 2021/22, che in due stagioni traghettò i costieri dalla serie D a quella C1. Mentre la società ringrazia il direttore sportivo Antonio Amodio e l’allenatore Pino La Scala

Sorrento – Renato Cioffi ritorna e riabbraccia la ‘sua’ Sorrento

Sarà l’allenatore della prima squadra per la prossima stagione sportiva 2021/22, che in due stagioni traghettò i costieri dalla serie D a quella C1. Compresa la breve parentesi della stagione 2014/15, da marzo a giugno.

Un allenatore che resterà e resta nella storia rossonera, non solo, ma nel cuore di tutti i tifosi costieri. Per degli anni che resteranno scolpiti nella storia di un club che con il suo arrivo già sta programmando la stagione 2021/22.

Nato a Cervinara, in provincia di Avellino, ha la licenza Pro Uefa, la sua carriera da mister la iniziò con la Viribus Unitis, poi passò al Sorrento, alla Cavese, all’Aversa Normanna, andò a Padova come vice allenatore. Ritornò come allenatore sulle panchine di Casertana, Viribus Unitis, Isola Liri, Sorrento, Bellaria Igea Marina, Avellino U 19, sempre nei lupi irpini come coordinatore del vivaio. Ritornò ad allenare a Mantova, Pomigliano, Rimini, Faetano e ritorno a Pomigliano.

La società rossonera ha annunciato il suo ritorno con un comunicato: “Renato Cioffi sarà il responsabile tecnico della prima squadra per la prossima stagione sportiva 2021/22. La dirigenza rossonera comunica di aver raggiunto l’accordo con il tecnico quarantanovenne, già alla guida del Sorrento a metà anni 2000, traghettando la squadra dalla D alla C1. Cavalcata vincente condita anche coi successi di una Coppa Italia Serie D ed una supercoppa di Serie C2.

“Ho accettato la proposta del Sorrento con grande entusiasmo ed emozione – le prime parole del neo tecnico rossonero – Sorrento è parte del mio cuore e mi sento sorrentino, pur avendo proseguito la mia carriera lontano per tanti anni. Un senso di appartenenza che caratterizzerà questa mia nuova esperienza e dovrà accompagnare anche la squadra che andremo a costruire nelle prossime settimane”.

Il club costiero ringrazia il direttore sportivo Antonio Amodio, per il prezioso contributo nel progetto di rinascita rossonero delle ultime quattro stagioni, e l’allenatore Pino La Scala per aver guidato la prima squadra negli ultimi mesi, raggiungendo l’obiettivo stagionale con ampio anticipo”.

GiSpa

Commenti

Translate »