Quantcast

Ravello Festival Francesca Tablino responsabile ufficio stampa, Scurati sulle orme di De Masi

Ravello Festival  Francesca Tablino responsabile ufficio stampa, Scurati sulle orme di De Masi.  Si completa un altro tassello dell’organigramma del Ravello Festival, un tassello fondamentale, la comunicazione è basilare per il successo di ogni manifestazione. L’auspicio di tutti è che Scurati faccia tornare il Festival ai fasti del passato dopo questo oscuro periodo di commissariamento.

Parliamo delle prime grandi edizioni che speriamo di rivedere in Costiera amalfitana, anche noi ci siamo occupati dell’ufficio stampa del Ravello Festival con colleghi della Costa d’ Amalfi ,  facendo anche un settimanale turistico  bilingue il Ravellotime, ovviamente ogni scelta è consona anche alla “mission” che vuole porsi il nuovo presidente.

Antonio Scurati ha una missione difficile, quella di mettere alle spalle questo commissariamento della Regione Campania, perchè ogni commissariamento è un segno di crisi, e ritornare ai fasti del passato, alla gestione di Domenico De Masi, con la Fondazione Ravello brillante nata con lui e Secondo Amalfitano che portarono alla realizzazione dell’Auditorium Oscar Niemeyer .

Ravello era nella cultura un nome nel panorama nazionale e internazionale, messo in crisi da beghe interne, o pollaio, come dice il Governatore Vincenzo De Luca. Ha cercato di raddrizzare la barca dal punto di vista amministrativo il sindaco Salvatore Di Martino chiedendo che venissore tolte delle incongruità, ma i commissari ci hanno messo un pò troppo, per un motivo e per un altro, sarà per il Covid , non sappiamo.

C’è da gestire la comunicazione e la scelta ci sembra consona, responsabile della Scuola Holden di Torino, di cui abbiamo frequentato dei seminari di scrittura creativa a Bisaccia nella profonda Irpinia, regno del nostro amico poeta Franco Arminio, l’asse Torino-Avellino e ora li ritrovo nella Città della Musica. La Scuola Holden è una delle realtà più prestigiose che abbiamo in Italia nel mondo della cultura e le premesse sono buone, anche se qui ci sarà da combattere quotidianamente, fare comunicazione a Ravello, sopratutto in queste settimane con le elezioni alle porte,  è come stare al fronte…

Ci sono tanti nodi da sciogliere, per esempio la gestione di Villa Rufolo, che andrebbe valorizzata, le sinergie con il resto della città e con la Costiera amalfitana , il programma musicale consolidato con Alessio Vlad sarà reso noto a breve, qualche anticipazione Positanonews la ha fatta con Caruso, poi si vedrà

Auguri e in bocca al lupo

 

Commenti

Translate »