Quantcast

Praiano , Il trionfo della mediocrità

Praiano, Costiera amalfitana  . Riceviamo e pubblichiamo ( con tanto di nome e cognome da persona di grande valore che ama la Costa d’ Amalfi )

Ho la fortuna di percorrere da vent’anni in bici una delle strade più belle al mondo, alcuni giornali specializzati americani la collocano tra le prime sette al mondo.
Le condizioni della statale amalfitana specialmente nel tratto che io percorro da Minori a Positano sono pietose.
Abbiamo raggiunto il massimo dell’incapacità e incompetenza quando finalmente si è deciso di asfaltare il tratto inerente a Vettica di Praiano e Praiano che parte dal bivio prima della galleria fino a Casa Angelina.
Sono ben cinque giorni che questo pezzo di strada implorante chiede di essere asfaltata, nel frattempo è stato rimosso il disastrato vecchio strato di asfalto lasciando la strada in condizioni di pericolo specialmente per i mezzi a due ruote, questo pomeriggio ho dovuto portare la bicicletta a mano per evitare rovinose cadute.
Siamo in piena stagione turistica, tralasciamo se era opportuno farlo nei mesi precedenti, ma si può lasciare la strada in quelle condizioni?
Il sindaco di Praiano si rende conto del rischio?
Gli ultimi avvenimenti in Costiera, vedi fogna a Minori ma ne potrei citare tanti, denotano lo stato di abbandono di un posto meraviglioso, dove noi cittadini facciamo fatica oramai ad indignarci ed a partecipare attivamente alla cosa pubblica.
Premesso che non c’è niente di personale nei confronti di chi ha deciso di mettersi al servizio della comunità, ma è impressionante l’incapacità di controllo e di intervento, basta guardare la manutenzione di tutte le strade anche quelle interne ai paesi della Costa. Si parla di tunnel, di mega depuratori e non si è neanche capaci di asfaltare una strada che il sommo Presidente De Luca aveva promesso nel suo primo mandato che sarebbe stata messa a posto, ultimo vero intervento su l’intera Costiera risale al 1980 merito del mio allora preside Gargano, all’epoca Presidente della provincia.
La scarsa affluenza di turisti di questi giorni ci dice che da questa pandemia possiamo ripartire solo se diamo il meglio di noi stessi, non trascinando i problemi ma avendo il coraggio di fare delle scelte, è in gioco il futuro di intere generazioni.
Mimmo Apicella
Coach di pallacanestro
Minori-Costa d’Amalfi
3923547245

Commenti

Translate »