Quantcast

Positano, il ricordo di Gerardo D’Andrea da Lorenzo Cinque

Più informazioni su

Positano, il ricordo di Gerardo D’Andrea da Lorenzo Cinque.. “Voglio farlo con le sue parole”

E poiché era necessario ci siamo incontrati: Positano, Il Teatro e il sottoscritto.
Finalmente!
Le mie frequentazioni con Positano e il Teatro risalgono ai tempi dell’adolescenza. Siamo sempre stati legati e confusi in un grumo di energie anticonformistiche, uniti da una forza dialettica, ma sempre nell’impossibilità di mettere insieme – nello stesso tempo – Positano, Il Teatro e il sottoscritto.
Potevo confrontarmi, litigare, urlare o con Positano o con Il Teatro. Con i due riuniti nello stesso momento, mai.
Eppure, il mio occhio e la mia testa erano e sono sgomberi da ogni ipoteca sentimentale nonostante Positano con i “silenzi rumorosi” e i suoi colori attentasse, in tutti i modi, al mio equilibrio inviando al mio cervello “giacobino” visioni “lacerate da bagliori sensuali” che – guarda caso – sfumano sempre in una teatralità inequivocabile.
Vi è un tempo per ridere……….per riflettere………per commuoversi

Grazie
Gerardo D’Andrea

Più informazioni su

Commenti

Translate »