Quantcast

Piano di Sorrento, questi sono marciapiedi per disabili ?

Piano di Sorrento, questi sono marciapiedi per disabili ? In buona sostanza è questa la domanda di Johnny Pollio, il tutto è cominciato con la pubblicazione del post di Diego Ambruoso su Via G. Maresca, un post sul quale,  dopo che lo abbiamo pubblicato su Positanonews,  è successo di tutto, ci hanno detto che i lavori erano stati eseguiti con la filosofia di andare incontro ai disabili e quindi a raso etc… Bene , noi non avevamo fatto altro che riportare un post con una foto, siamo andati sul posto e abbiamo visto che effettivamente i lavori erano stati fatti così.. Se per Via G Maresca , sulla quale vogliamo approfondire e lo faremo con i commercianti per capire se effettivamente è così,  questo intervento è migliorativo, non sempre avviene lo stesso altrove, i cittadini ci segnalano in continuazione di tutto, in particolare anche persone qualificate, come gli autisti delle ambulanze del 118 per i dossi di Via dei Platani.. Al Cavone dopo i nostri articoli in seguito a un incidente si è intervenuto celermente, potremmo avere anche salvato una vita….

Il nostro intento è quello di dare spazio a chi documenta sulla viabilità , prima che sia tutto finito ed eventuali problematiche rimangano sul groppone dei cittadini , e Diego lo fa, ovviamente non è detto che le sue conclusioni siano giuste .

Ma questa foto di Johnny Pollio non dà spazio a interpretazioni, chi vuole si legge il suo commento sul suo profilo, è emblematica! Idem   i pali messi al centro del marciapiede di Via dei Pini. Anche Johnny, come Diego, andrebbe ringraziato, le segnalazioni per una amministrazione coscienziosa, ovviamente non tutte, non ci si può perdere sui social, potrebbero essere migliorative , prima che si consegnino i lavori e la ditta se ne lavi le mani . E questo lo facciamo per i carottesi e non solo, visto che Piano di Sorrento è al centro della Penisola Sorrentina e punto di riferimento dei comuni limitrofi da Vico Equense a Positano, Praiano fino ad Amalfi , visto che la Costiera amalfitana è solo turistica e qui si vive il commercio.

E’ uno spirito critico costruttivo volto al bene della città, questi lavori ,  secondo noi , devono essere consegnati in perfezione alle future generazioni senza possibilità che causino disagi e/o pericoli.  Se possiamo dare un piccolissimo contributo, e Positanonews lo ha dato con Cavone stando con il fiato sul collo sulle ditte, non possiamo che aver adempiuto minimamente al nostro dovere di testata giornalistica al servizio del popolo .

 

Commenti

Translate »