Quantcast

Piano di Sorrento, al museo archeologico Georges Vallet la mostra “Il ritorno del guerriero”

Piano di Sorrento, al museo archeologico Georges Vallet la mostra “Il ritorno del guerriero”.

Mercoledì 30 giugno alle ore 18.00 al Museo archeologico della Penisola Sorrentina “Georges Vallet” sarà inaugurata la mostra Il ritorno del guerriero, promossa dalla Direzione Regionale Musei Campania, diretta da Marta Ragozzino, in collaborazione con il Comune di Piano di Sorrento, grazie al Sindaco Vincenzo Iaccarino e al supporto di Giacomo Giuliano per il settore Cultura.

L’esposizione, curata da Tommasina Budetta, già direttrice del Museo archeologico della Penisola Sorrentina, è il risultato di uno studio approfondito sui reperti inediti conservati nei depositi e in particolare di una armatura di bronzo del tipo “ anatomico” ascrivibile alla metà del IV secolo a.C.

Il prezioso reperto è stato sottoposto a un accurato intervento di restauro finanziato dalla DRM Cam e eseguito dal Consorzio RE.CO e avviato nei mesi di chiusura a causa del COVID, che ha consentito di restituire al pubblico l’intera armatura, composta dall’elmo, dalla corazza, dal cinturone e dagli schinieri e che ha anche permesso di evidenziare in particolare preziosi dettagli tecnici, come ad esempio l’uso dell’argento.  Insieme all’armatura saranno esposti anche i reperti ceramici  della collezione che possono essere riferiti ai contesti funerari coevi.

Il titolo Il ritorno del guerriero non è casuale, si riferisce, infatti, al tema iconografico dipinto sulle tombe sannite e lucane che anche attraverso queste decorazioni ci raccontano di una nuova classe dominante di guerrieri, che esibiscono con le armi il loro ruolo sociale egemone.

Infatti la riproduzione del corteo di cavalieri con le corazze che avanza esibendo i trofei della vittoria, dipinta sulla lastra proveniente da una delle tombe a camera, scoperta a Nola e oggi esposte al MANN, fa da sfondo alla mostra.

Commenti

Translate »