Quantcast

Multe, oltre 750 morosi: il Comune di Sorrento batte cassa

Più informazioni su

Multe, oltre 750 morosi: il Comune di Sorrento batte cassa. Ce ne parla Salvatore Dare in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis. Un vero e proprio esercito di morosi. E’ quello delle multe del Codice della Strada e che è stato “scoperto” nei giorni scorsi dal Comune di Sorrento. Al momento, stando agli accertamenti coordinati dall’amministrazione di piazza Sant’Antonino con l’ausilio del comando di polizia municipale, ci sono oltre 750 verbali ancora da saldare. Parliamo di oltre 100mila euro che il Comune deve assolutamente recuperare nel più breve tempo possibile. Il caso è finito all’attenzione della società Andreani, titolare da anni del servizio di riscossione dei tributi. Nel corso delle prossime settimane, a carico di automobilisti e centauri morosi, scatteranno le tradizionali notifiche delle ingiunzioni di pagamento. A confermare la svolta per il recupero dei crediti vantati dal Comune di Sorrento arriva anche la determina dirigenziale firmata dal ragioniere capo dell’ente municipale Vincenzo Limauro che ha concesso il proprio benestare definitivo alla trasmissione della lista “di carico” – così viene definito in gergo l’elenco dei morosi – dei verbali del Codice della Strada. Evidentemente, per l’amministrazione, incassare questi soldi può concedere l’opportunità di andare a rimpinguare le casse comunali con somme cash. Così come prevedono le normative, le risorse economiche derivanti dalle sanzioni inflitte dagli agenti del comando di polizia municipale possono essere reimpiegate nella misura del 50 per cento per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle arterie cittadine, potenziamento della sicurezza stradale e ovviamente anche per le assunzioni dei nuovi vigili urbani.

A proposito dei caschi bianchi: è tuttora in corso la procedura riguardante la composizione di una nuova graduatoria. L’avviso pubblicato il mese scorso dal Comune di Sorrento ha visto partecipare tantissimi candidati. Sono oltre quattrocento le domande presentate all’attenzione degli uffici municipali. Le domande per la selezione sono state protocollate da candidati originari di ogni parte d’Italia. In prevalenza, ci sono aspiranti al contratto originari della penisola sorrentina e residenti nella provincia di Napoli. Non mancano però istanze trasmesse da Messina, Catanzaro, Catania, Bari, Segrate o Faenza. Precisazione doverosa: l’amministrazione, sempre nell’avviso, precisa anche che «allo stato la citata graduatoria reca astratta disponibilità di cinque unità quali idonei in precedente concorso pubblico a tempo indeterminato e pertanto solo in caso di rinuncia di tali unità, e/o nei limiti delle rinunce formulate, per le unità occorrenti si procederà all’utilizzo della graduatoria esitata dalla procedura, di cui all’odierno avviso».

Una volta composta la graduatoria si valuteranno, in base alle esigenze di organico, assunzioni con contratto di sei mesi, prorogabili. Si tratta di agenti che rientreranno nella categoria C con posizione economica C1 e rapporto a tempo pieno o parziale a seconda ovviamente pure delle esigenze del comando dei caschi bianchi.

Più informazioni su

Commenti

Translate »