Quantcast

Minori, il consiglio dei ragazzi ricorda il giudice ragazzino Rosario Angelo Livatino foto

Più informazioni su

Encombiabile iniziativa a Minori in Costiera amalfitana . Oggi nell’aula consiliare del comune di Minori si è riunito il consiglio comunale dei ragazzi, alla presenza del sindaco di Minori Andrea Reale e della Dirigente Scolastica dell’I.C. Roberto Rossellini.

A presiedere la riunione è stato il sindaco dei ragazzi Raffaele Vincenzo Giorgio.

L’ordine del giorno è stato il ricordo del giudice “ragazzino” Rosario Angelo Livatino, dopo aver ripercorso la biografia della sua vita e della sua carriera ci si è soffermati sul pensiero che fece ad un convegno tra magistrati discutendo sul ruolo del giudice nel 1984, e disse << Sarebbe sommamente opportuno che i giudici rinunciassero a partecipare alle competizioni elettorali in veste di candidato o, qualora ritengano che il seggio in Parlamento superi di molto in prestigio, potere ed importanza l’ufficio del giudice, effettuassero un’irrevocabile scelta, bruciandosi tutti i vascelli alle spalle, con le dimissioni definitive dall’ordine giudiziario>>.

Facendo delle riflessioni personali sul ruolo di grande prestigio ma talvolta di grande pericolosità come quello del giudice, è il messaggio che ci volevano dare tutti i magistrati caduti nella lotta contro la criminalità organizzata è quello di dire che lo Stato alla fine vince sempre.

Dopo la seduta sono stati attaccati d’innanzi alle balconate dell’edificio comunale e quello scolastico due lenzuoli con su scritto “DI COSA SIAMO CAPACI”, in ricordo delle vittime della Strage di Capaci. Soddisfazione della Dirigente Scolastica e del Sindaco per l’impegno profuso da tutto il Consiglio Comunale dei Ragazzi che hanno affrontato tematiche di spessore dimostrando grande senso civico e propensione allo stare insieme. Un grande esempio per noi adulti e un messaggio di speranza per il futuro .

Saluti Antonio Esposito
Chi era Livatino?

Più informazioni su

Commenti

Translate »