Quantcast

Minori, blocco dell’impianto di depurazione e fuoriuscita di liquami. Le precisazioni dell’amministrazione comunale

Più informazioni su

Minori. L’Amministrazione Comunale della città della costiera amalfitana comunica: «Questa mattina l’improvviso blocco delle pompe dell’impianto di depurazione hanno causato la fuoriuscita di liquami e lo sversamento lungo la spiaggia centrale dell’arenile di Minori. Un dipendente comunale e il Vice Sindaco Sergio Bonito sono prontamente intervenuti per porre rimedio al problema, stanno tutt’ora monitorando l’impianto in attesa di lavori definitivi che verranno effettuati domani nelle prime ore del mattino. Il tratto di spiaggia è stato interdetto per le operazioni di pulizia e sanificazione, che saranno completate entro domani. Per completezza di esposizione, va aggiunto che nella stessa area è in corso il posizionamento della nuova condotta sottomarina, unitamente ai lavori finali di manutenzione del depuratore, per cui è tuttora in vigore il divieto di balneazione. Sono opere che serviranno a migliorare la qualità del mare e a tutelare la salute dei bagnanti, ma di cui qualche sciacallo approfitta per la sua indefessa attività di disinformazione. Lo sciacallo in questione è insorto puntualmente strepitando contro l’inconveniente occorso, e incolpandone (secondo un copione abusato) l’amministrazione comunale e i suoi funzionari. In barba a qualsiasi logica, Minori viene definita “cloaca” e “collettore di immondizie” solo perché prende parte al progetto di depurazione comprensoriale allestito dalla Provincia di Salerno. A nulla vale spiegargli che “cloaca” il mare diventerà se non si realizzano le opere per difenderlo: pur di aggredire i suoi avversari politici (sia in Provincia che in Comune) lo sciacallo non sente ragioni, non accetta approfondimenti, addirittura si rifiuta di prendere parte alle riunioni istituzionali sul tema. Equivocando il ruolo della “opposizione” seguita a opporsi a tutto, e soprattutto al bene del paese. Pensa che a furia di urlare, qualcuno dei suoi inganni sarà scambiato per verità, e che il suo show ininterrotto (in Consiglio, in municipio, per strada, su facebook, etc.) gli varrà prima o poi qualche consenso. Nell’attesa rivolge appelli “alla serietà”.

Giudichino i cittadini quanto c’è di serio in tutto questo, e se sia serio o meschino continuare a inscenare chiassate contro il lavoro di chi responsabilmente agisce nell’interesse di Minori. Più seriamente, l’Amministrazione si scusa con chi abbia subito disagi da quanto capitato, e ribadisce coi fatti un impegno costante nei confronti della salute pubblica e dell’integrità dell’ambiente».

(foto di repertorio)

Più informazioni su

Commenti

Translate »