Quantcast

Maiori problema parcheggio per residenti , un dramma segnalato a Positanonews

Maiori, Costa d’ Amalfi . Il parcheggio è un problema un po’ in tutta la Costiera amalfitana ma in una zona di Maiori per i residenti è diventato un dramma. Ci riferiamo in particolare all’area di Santa Maria delle Grazie. Risulta difficile andar a far visita ai genitori o magari anche solo sostare per accompagnare i propri cari a fare una visita medica o svolgere un qualsiasi impegno. Anni fa c’era una area destinata al parcheggio per residenti ma ora è stata eliminata dall’attuale aministrazione come sottolineano gli abitanti della zona che lanciano quindi un appello tramite Positanonews .

Il parcheggio sulla strada provinciale è infatti in quell’area libero e questo determina per i cittadini maioresi residenti in quella frazione notevole difficoltà, qualcuno lascia l’auto anche tutta l’estate. Ieri il caos per una signora che doveva esser trasportata all’Ospedale di Castiglione di Ravello come ci segnalano è solo un episodio.

Alla fine una possibile soluzione sarebbe quella di ripristinare l’area per residenti o fare a pagamento, con agevolazioni ai residenti, per evitare le soste lunghe e il blocco della circolazione, come avviene troppo spesso .

Il parcheggio a Maiori è un problema non di poco conto, come in tutti i centri urbani , che si amplifica durante l’estate.  Fra i parcheggi privati venendo da Positano, Amalfi verso Salerno, il primo, poco dopo il semaforo da Minori e di fronte al porto,  lungo la S.S. 163 Amalfitana, è il parcheggio “La Grotta” dei fratelli Lamberti , poi il parcheggio Mandara in Via degli Orti e il parcheggio “da Aldo” in via Nuova Chiunzi verso la strada che va a Tramonti .  Comoda è l’area di sosta con strisce blu sul lungomare di fronte al Corso principale e gli uffici comunali, ma è difficile trovare posto durante l’estate.

Il problema principale rimane per i residenti che si trovano in difficoltà anche per stare sotto casa, problema che si verificava in maniera peggiore anche prima.

Con l’amministrazione di Stefano Della Pietra per ridurre la domanda (e la comodità, perché di garage ce ne sono tantissimi) di posti auto per “residenti”, pensarono di  far pagare, una soluzione che  funziona ancora benissimo, tanto è vero che il sistema nel suo complesso, nonostante i vari cambi di amministrazione, nessuno ha osato modificarlo.  Questo meccanismo (cioè del pagamento per i residenti) previsto solo per le zone centrali del paese e non per le periferie proprio perché oneroso (se lasci la macchina per un mese ti costa € 30 ma se lavori e prendi la macchina entro le 9 e la parcheggi dopo le 19 ti costa zero) che ha resistito contro raccolte di firme e battaglie politiche  è stato imitato da altre amministrazioni in Costiera amalfitana, dovrebbe essere esteso come è stato fatto  nelle vicinanze della Chiesa S. Maria delle Grazie sulla via Vecchia Chiunzi dove ci sono ancora oggi una ventina di posti a pagamento e funzionano benissimo.

Quel sistema, nel suo complesso, è un vero piccolo gioiello. Anche per i turisti le tariffe sono flessibili a seconda della stagione e dei giorni della settimana, feriali e festivi. Non solo: ci sono anche dei posti auto per favorire la “spesa” dei non residenti: la tariffa per la prima ora è bassissima e poi cresce (si chiama parcheggio a “sosta breve”). In tutto questo, il Comune portava a casa, puliti, circa € 300.000 all’anno.

Oggi con l’aumentare delle auto da qualche parte bisogna pensare e proporre anche soluzioni. I posti sito complessivi a Maiori sono circa 350 e le auto dei residenti circa 1500. Venti anni fa , con una rivoluzione, l’amministrazione di allora ebbe il coraggio di trovare una soluzione, e oggi?

Valeria Civale

Commenti

Translate »