Quantcast

Maiori. Il gruppo “Idea Comune”: Confusione strumentale? L’importanza del cordone in mare per i rifiuti

Maiori. Riportiamo il post pubblicato dal gruppo “Idea Comune” sul proprio profilo Facebook: «Chi ha avuto ultimamente la possibilità di andare in spiaggia lo sa: sin dal mattino è impossibile (a meno che non intervenga Eolo, dio dei venti) fare il bagno senza dimenarsi fra i rifiuti delle barche, tra l’altro spesso e pericolosamente troppo vicine alla riva.

Proprio questa è la fondamentale funzione del “serpentone”: tenere lontano dai bagnanti l’incivile passaggio delle barche ed i suoi effetti, fin troppo evidenti soprattutto nel fine settimana.

A preoccuparci di più della malsana scelta del noleggio triennale, per noi cittadini molto più dispendioso e meno funzionale dell’acquisto, è che il “cordone” venga messo in mare solo ad estate inoltrata, visto il già netto ritardo rispetto alla vicina Minori.

Non sarà che l’Amministrazione continua a rimandare questo intervento così importante per convincere i maioresi – e perché no, anche i turisti – che l’unica soluzione per acque pulite è la follia del “megadepuratore” al Demanio? Come si dice, a pensar male ci s’indovina….

Cari concittadini, non facciamoci ingannare: c’è differenza tra i reflui del sistema fognario e quelli provenienti dal mare stesso, da cui ci si difende anche e soprattutto attraverso il “semplice” strumento del “serpentone”».

Commenti

Translate »