Quantcast

Il Musical a Positano riparte con Myriam Somma foto

Positano (SA) – Sabato sera, 5 giugno, nella cavea dell‘Anfiteatro di Piazza dei Racconti è andata in scena la kermesse “Positano Riparte” prologo a “Vicoli in Arte” la rassegna che vanta ben 100 eventi teatrali e musicali che il Comune di Positano, grazie all’attenta direzione artistica di Giulia Talamo, offrirà ai suoi visitatori nel periodo estivo, un’occasione per fare la conoscenza dei tanti artisti che si alterneranno in questa che sarà, ci auguriamo, una lunga e felice estate “post pandemia”. In attesa di assistere agli spettacoli abbiamo voluto ascoltare per voi una delle protagoniste del cartellone dell’offerta culturale 2021 della Città del Pistrice, Myriam Somma, tra le migliori interpreti del genere Musical in Italia, che ha saputo misurarsi con performer del calibro di Kerry Ellis, che abbiamo ammirato nel ruolo di Valentine De Villefort ne “Il Conte di Montecristo” per la regia di Gino Landi, nel mentale ruolo del Narratore in Murder Ballad regia di Ario Avecone e produzione Workinmusical, in Beatrice ne “La Divina Commedia Opera Musical” per la regia di Andrea Ortis, e in “Balliamo sul mondo” scritto e diretto da Luciano Ligabue e Chiara Noschese, per citare solo alcune delle sue applauditissime performance nel teatro musicale. Con Myriam ci eravamo lasciati sulla terrazza di Villa Fondi a Piano di Sorrento nell’agosto del 2020, aveva appena finito di interpretare “That’s Amore show” per la regia di Antonio Melissa e ci eravamo dati appuntamento per il successivo spettacolo “Amalfi 839 A.C.” in costiera amalfitana, a dimostrazione che è un’attrice che non si ferma un attimo. Anche stasera pur di non mancare all’appuntamento con il teatro nella Città verticale, dopo la bella interpretazione canora a Roma presso Palazzo Madama per la rassegna Senato&Cultura con “l’Omaggio a Dante”, in diretta su RAI UNO  la mattina, si è precipitata da noi in costiera, insomma parafrasando le considerazioni che Jo, la protagonista di “Piccole Donne” di Louisa May Alcott, fa di se stessa, direi che “c’è veramente tanto talento in Myriam, fortuna nostra che ha trovato la forza e la determinazione di mostrarlo a tutti noi“.
Domanda: Ripartiamo dal Musical, quali sono gli spettacoli ai quali parteciperai in questa kermesse positanese?
Risposta: A Positano presenteremo l’opera “Amalfi 839 A.D.” e il suo sequel “Rebellion – Storia di un amore eterno”, scritti e diretti da Ario Avecone. Riproporremo quindi “That’s Amore show” (scritto da Lucio Leone) ma soprattutto “Tra terra e mare” spettacoli teatrali e musicali itineranti che sono delle interessantissime ricostruzioni in prosa e musica di episodi della storia antica amalfitana realmente accaduti, firmano i testi ancora Ario Avecone e Antonio Melissa, a quest’ultimo è affidata anche la regia.

Generico giugno 2021

Domanda: In questo periodo di chiusura dei teatri come hai impiegato il tuo tempo forzatamente libero?
Risposta: In realtà sono stata fortunata perché nonostante tutto sono riuscita a lavorare impegnandomi in altre produzioni, teatrali e musicali, che vedranno la messa in scena il prossimo autunno e il prossimo anno. Sto lavorando ad un mio disco e la pandemia si é rivelata una buona alleata nella fase di scrittura. Inoltre sono impegnata nelle prove dello spettacolo in versione concerto de “La Divina Commedia*” che tante soddisfazioni ha dato, prima della pandemia, a tutta la produzione nei teatri di tutta Italia e a giudicare dalla programmazione 2021, tante ancora ce ne darà. (*Opera musical di Marco Frisina su libretto di Gianmario Pagano e Andrea Ortis, ispirato al poema di Dante Alighieri. Il musical è prodotto dalla MIC Musical International Company, S.R.L.).

Domanda: La tua esibizione di questa sera è stata particolarmente emozionante per me, i tuoi colori e la tua bravura mi hanno riportato alla mente subito “Milva” che, come sai, è al centro del progetto del prossimo “Positano Teatro Festival – Premio Annibale Ruccello” programmato e organizzato dal compianto Gerardo D’Andrea, direttore artistico della kermesse, perdita grandissima per tutto l’ambiente. A questo proposito ti chiedo di Milva, qual è il tuo rapporto con quest’icona straordinaria del teatro e della canzone d’autore italiana?
Risposta: Fin da quando ho cominciato a studiare canto, mi hanno sempre parlato di Milva, mi dicevano che un po’ le somigliavo. Ricordo che il mio insegnante di recitazione mi ripeteva spesso “prendi ispirazione da Milva”. Ho sempre provato grande ammirazione per lei, ne invidio la straordinaria versatilità nel canto e nella recitazione, ammiravo anche la sua forte personalità che le permetteva di padroneggiare con classe il palcoscenico. E’ un mito inarrivabile per me e come tutti i miti fonte di ispirazione.
Domanda: Ti piacerebbe misurarti con il teatro di Giorgio Strehler?
Risposta: Alla prosa mi avvicino in punta di piedi, ho studiato recitazione anche per il cinema ma ti confesso che non ho mai affrontato uno spettacolo totalmente di prosa. Non m’intimorisce questo genere ma comunque per me rappresenta una sfida. Sono in realtà profondamente legata alla musica ed è in essa che sento che riesco meglio a veicolare il mio messaggio, detto questo, non nego che mi piacerebbe un giorno affrontare questa sfida.

Generico giugno 2021

Domanda: Infine, ti vorremmo ammirare un’altra volta a Piano di Sorrento, ci sarà la possibilità?

Risposta: Spero di sì. Mi piacerebbe tornare a esibirmi a Piano di Sorrento. Sono molto legata alla mia terra e a tutta la penisola sorrentina. Per ora in agenda ho questa kermesse estiva a Positano e gli impegni in giro per l’Italia con La Divina Commedia Opera Musical.
Ringrazio di cuore Myriam Somma per la disponibilità e la cortesia, artista con cui è sempre piacevole confrontarsi oltre che ammirare a teatro, mi congedo da lei con un’interessante anticipazione sul nuovo musical al quale sta lavorando con i suoi colleghi che andrà in scena il prossimo anno, “Vlad Dracula“, opera tratta dal fortunatissimo romanzo di Bram Stocker. A Myriam sarà affidato il ruolo di Mina Murray, che nel film di Coppola fu interpretato da Winona Ryder, la produzione è Workinmusical (http://www.workinmusical.com), testo e regia di Ario Avecone, musiche di Simone Martino. Una nuova sfida per Myriam ma anche una rilettura intrigante del capolavoro di Stocker. Al centro della narrazione cinematografica di Francis Ford Coppola, infatti, non c’è più il sangue, la natura diabolica e parassita del vampiro, ma l’amore di un uomo per sua moglie che sopravvive ai secoli. Dopo un periodo così nero abbiamo bisogno di messaggi come questi, carichi di speranza positiva e di resilienza, che ci invitano a scoprire la magia della vita anche nei momenti più bui. di Luigi De Rosa

 

Commenti

Translate »