Quantcast

I romanzi di Roberta in tedesco ambientati in costiera amalfitana: “Faccio amare ai tedeschi la Divina e il Cilento”

Un’anima vive nel Cilento, con lo sguardo rivolto verso il sole e il mare. L’altra si muove nel cuore pulsante della Germania. Roberta Gregorio ama il Sud, di entrambe le realtà. Ce ne parla Marianna Vallone nella sezione Cultura&Società del quotidiano La Città di Salerno.

La scrittrice italo-tedesca, che ha da poco presentato il suo nuovo romanzo ambientato ad Amalfi, è nata e cresciuta nel Sud della Germania, vicino Monaco di Baviera, e ha scelto di trasferirsi al Sud della Campania, nel Cilento. Oggi vive a Vallo della Lucania con il compagno e due figli e fa quello che ha sempre sognato: la scrittrice. «Ho iniziato nel 2004 facendo i primi tentativi. – racconta – Non è un mondo facile. Dopo anni di ricerca e di studi, ho avuto poi la fortuna di incontrare un’agente brava, e abbiamo trovato i primi editori. È nato tutto così, ormai quasi vent’anni fa». Le sue storie sono scritte in lingua tedesca, ma sono ambientate in un’atmosfera tipicamente italiana, estiva e leggera. Ed è proprio questo contrasto che rende i suoi libri unici nel loro genere.

roberta gregorio libro

«I miei libri spiega la Gregorio – sono prevalentemente romanzi leggeri, sono storie d’amore. In Germania si ha l’idea che in Italia ci siano grandi storie d’amore, storie molto romantiche. Poi qualche mese fa un nuovo editore tedesco mi ha chiesto di raccontare lo spopolamento delle aree interne del Sud Italia. Ho scelto il Cilento, il luogo di cui parlerò non avrà un nome reale ma sarà campano». La storia che racconterà appunto, ma in chiave ovviamente romanzata, lo spopolamento dei paesi interni, verrà pubblicata nel 2022, progetto al quale Roberta tiene in modo particolare, poiché rispecchia molto quello che sta avvenendo sotto gli occhi di tutti anche nel Cilento. Oltre ai libri già pubblicati, diversi nuovi progetti sono già in fase di completamento o di pubblicazione. Anche una grande saga di due volumi, ambientata nella Costiera Amalfitana degli anni Cinquanta, è stata acquistata da un editore tedesco e uscirà nel 2022. I colori della costa campana sono sempre protagonisti dei suoi romanzi. «All’inizio l’ambientazione scelta era il Cilento, soprattutto Camerota, ma anche Maratea. Il successo è arrivato mettendo in copertina Capri e Amalfi», spiega la scrittrice. A fine maggio uscirà il romanzo “Die kleine Eismanufaktur in Amalfi”, che mette al centro del racconto un negozio, intorno al quale si svolge una grande parte della trama. Sarà una gelateria artigianale nel centro di Amalfi, ereditata dalla protagonista, Livia, a dare colore all’appassionante storia. «Lei ama molto il suo lavoro e si impegna al punto tale, da non avere tempo per una vita privata. – svela Roberta – Ma una sera incontra Mario, seduto in piazza davanti alla gelateria. E all’improvviso Livia si innamora, tra tutte, di un uomo che conosce a malapena e a cui non piace affatto il gelato». Le bellezze della Campania diventano protagoniste dei suoi libri perché sono proprio le mete che tutti vorrebbero scoprire e diventano storie che i tedeschi – grandi lettori divorano. «In Italia si dice spesso che ci siano più scrittori che lettori. In Germania si legge molto, molto di più rispetto all’Italia, per numero di libri letti. Non è un caso che ci sia a Francoforte la fiera del libro più importante al mondo», un appuntamento annuale di riferimento per il mondo dei libri. Roberta, per non abbandonare il fascino del bilinguismo, entro fine di quest’anno pubblicherà anche un volume bilingue sulle vicende del “Professor Giacometti”, professore in pensione, appassionato di indagini poliziesche. Il professor Giacometti è pensato per tutti quelli che desiderano studiare il tedesco o l’italiano. Ma è quello a cui sta lavorando ora il libro al quale, in qualche modo, si sente più legata. «Cambio genere. È un libro molto più profondo. È il primo libro per il quale ho già avuto un contratto per la prima e la seconda parte. Ed è un momento molto importante per la mia carriera», sottolinea la scrittrice che ha un sogno ben chiaro, quello di essere nella lista dei best seller della rivista tedesca “Der Spiegel”. «Se ci entri ce l’hai fatta. – conclude – È un traguardo che sogna ogni autore. Dopo tanti anni di gavetta ora è un mio desiderio».

Commenti

Translate »