Quantcast

Corsa al vaccino tra i giovani, nei licei a Meta e Sorrento tantissmi i prenotati e a Salerno la notte bianca

Corsa al vaccino tra i giovani, nei licei a Meta e Sorrento tantissmi i prenotati e a Salerno la notte bianca  . I giovani nell’area della Costiera amalfitana, Amalfi, Ravello, Positano e Penisola Sorrentina, da Sorrento a Vico Equense, che seguiamo voglino vaccinarsi e si stanno prentando in tanti .

Grande successo oggi a Positano dove si sono fatti 300 vaccini e i giovani incitavano altri giovani a fare i vaccini..

A Salerno si terranno vaccinazioni  “by night”. La prima notte bianca sabato al presidio allestito al centro Sociale di Pastena”. A dirlo Arcangelo Saggese Tozzi esponsabile della campagna vaccinale dell’Asl che intende dare una ulteriore accelerata alla campagna vaccinale anti Covid.

Sono oltre 120.000 le adesioni complessive arrivate sulla piattaforma della Regione Campania per i vaccini dalle 22 di ieri sera, quando l’accesso è stato aperto a tutti i maggiori di 12 anni.

Il link per le adesioni è il seguente: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino.

L’accesso alla piattaforma, come sottolinea l’Unità di Crisi della Regione, è stato molto alto, con il sistema elettronico che è riuscito a reggere nonostante le circa 1.200 adesioni al minuto. Numeri importanti su cui, nella giornata di oggi, si è soffermato anche il governatore Vincenzo De Luca.

«La campagna di vaccinazione dai 12 anni in su andrà avanti se il Governo e il commissario decideranno di dare più vaccini alla Campania così come abbiamo dato più vaccini alle regioni più anziane. – sottolinea il governatore a margine di di un incontro a Palazzo Santa Lucia. – Importante non fare ricreazione. Poi a ottobre, novembre e dicembre vedremo come fare».

«L’Iss dovrà dirci se immunizzazione personale medico sussiste o no o se dovremo invece fare la terza dose per garantire la sicurezza degli ospedali. Dovremo – continua il governatore – fare una verificata attenta sulle varianti. Il messaggio è di serenità, stiamo uscendo dal calvario, ma ne usciamo fino in fondo se stiamo attenti».

È corsa al vaccino tra i giovani. Sono 1200 le dosi somministrate nella notte bianca dedicata alla fascia d’età 18-30 anni a Bellizzi, a cui si aggiungono altre 800 inoculate nel corso dell’open day a Baronissi. Anche a Salerno, nel frattempo, si è pronti per le somministrazioni dai 12 anni in su. Non si potrà scegliere, però, il siero. Ci si muoverà seguendo le linee guida nazionali. Sono 70, su 1702 test processati, i tamponi positivi comunicati ieri dall’Unità di crisi, per un tasso di positività del 4,1 per centoi

È stata un’onda lunga di ragazzi, dai 18 ai 30 anni di età, che l’altra notte si è messa in fila per farsi vaccinare a Bellizzi. Alla fine sono state 1200 le dosi di AstraZeneca somministrate durante la no stop notturna. Notte bianca anche a Montecorvino Rovella. A Montecorvino Pugliano, invece, parte una tre giorni di vaccinazioni. Si inizia oggi, dalle 8 alle 14, con Pfizer per le sole persone che hanno ricevuto la convocazione da parte dell’Asl, poi domani, dalle 8 alle 18, con l’open day con AstraZeneca e sabato, dalle 8 alle 14, giornata dedicata alle sole persone che dovranno ricevere il richiamo con Moderna. Restando nella fascia under30, sono state 800 le vaccinazioni effettuate a Baronissi. «Buona l’organizzazione, tutto è filato liscio, senza particolari problemi sostiene il primo cittadino Gianfranco Valiante Gli operatori sanitari tutti del centro vaccinale meritano sicuramente un plauso per il lavoro odierno, come per quello delle ultime settimane che ha fatto registrare l’auspicata inversione di tendenza nel servizio rispetto ad un avvio molto stentato. Ora organizzeremo altri open day, perché a ferragosto Baronissi dovrà essere covid free». Anche a Salerno, intanto, si è pronti per le somministrazioni dai 12 anni in su. Non sarà possibile indicare una prevalenza relativa al farmaco da inoculare: continuerà ad essere l’Asl a scegliere quale vaccino somministrare in base alle indicazioni nazionali.

Al momento, la Regione ha accolto le adesioni dei 40enni e dato la precedenza ai maturandi, per poter sostenere l’esame finale in presenza in totale sicurezza. In pochi giorni la piattaforma ha registrato un boom di adesioni, cosa che potrebbe ripetersi, quando la possibilità di prenotarsi sarà estesa a tutti i cittadini. Sarà inaugurato nel pomeriggio, inoltre, presso la parrocchia S. Eustachio Martire (Pastena) a Salerno, il primo centro vaccinale rotariano. L’iniziativa nasce dall’idea del club Salerno Duomo, insieme al parroco don Nello Senatore, in collaborazione con l’Asl, per sostenere la comunità in un momento delicato come quello della campagna di immunizzazione. Sarà allestita una stanza per la preparazione dei vaccini, una per l’anamnesi e la somministrazione con 4 box e la sala di attesa dei quindici minuti post vaccino. «Abbiamo intercettato la necessità di velocizzare la campagna vaccinale e di realizzare nuovi spazi per la somministrazione dei vaccini, ecco perché ci siamo velocemente attivati per renderlo possibile dice Alberto Cerracchio, presidente del Rotary club Salerno Duomo d’altronde, il nostro obiettivo è rendere un servizio, a coloro i quali ne abbiano bisogno e in questo momento, abbiamo tutti bisogno di uscire da questa terribile pandemia. Nonostante il periodo pandemico, le attività del Rotary Club Salerno Duomo non si sono fermate, per quanto possibile».

 

Commenti

Translate »