Quantcast

Coronavirus, De Luca: «In Campania resterà l’obbligo di mascherina» segui la diretta

Più informazioni su

Coronavirus, De Luca: «In Campania resterà l’obbligo di mascherina». Anche oggi, 18 giugno 2021, come oramai usuale per ogni venerdì dall’inizio della pandemia, alle 14.45 il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, durante la diretta settimanale per gli ultimi dati sul virus, ha fatto il punto della situazione sui contagi, sulle misure per il contenimento dell’epidemia e sulla campagna vaccinale, anche alla luce delle ultime disposizioni sul mix di vaccini.

Ha parlato, inoltre, delle ultime decisioni assunte per la ripresa piena delle attività economiche e dei provvedimenti nel campo ambientale, della cultura e delle infrastrutture.

Per quanto riguarda la vaccinazione, il governatore ha detto: «Dobbiamo vaccinarci tutti. C’è stato un rallentamento nella campagna di vaccinazione a causa della confusione creata del Governo. A Napoli c’è scarsa partecipazione di over 60 alla campagna vaccinale. Non va bene. Li richiamo ad iscriversi e vaccinarsi anche perché in Campania faremo quasi solo Pfizer e Moderna. Dobbiamo completare la campagna, altrimenti tutta questa allegria per le riaperture e questa ricreazione rischia di essere interrotta tra fine settembre e inizio ottobre -. Precisa inoltre che probabilmente non si ripeterà la stessa situazione della scorsa estate – Non avremo un’emergenza di quelle dimensioni, ma rischiamo di avere nuovi contagi e una nuova emergenza, perché tra il 15% e il 20% dei cittadini non si è vaccinato per scelta e nelle ultime settimane c’è un rallentamento nelle iscrizioni e nelle somministrazioni di dosi».

Comunque, in merito alla vaccinazione dei ragazzi di età compresa tra i 12 e i 17 anni «Non ci muoveremo senza certezze assolute e non con questo chiacchiericcio confuso».

«Non abbiamo raggiunto l’immunità di gregge rispetto al vaccino ma abbiamo raggiunto l’immunità di gregge rispetto alla ragione perché la quantità di pecoroni è sconvolgente, c’è una bolla mediatica nella quale non c’è spazio per la ragione o per avanzare rilievi critici – ha dichiarato -. La comunicazione del Governo sui vaccini è demenziale, ha “creato confusione e ha rallentato la campagna di vaccinazione.

Per quanto riguarda il mix dei vaccini: «Abbiamo chiesto chiarimenti al ministero, gli altri subito hanno fatto distinguo rispetto a noi, poi tutti hanno posto le stesse domande. Quello che è avvenuto per il commissario straordinario è ridicolo, eravamo eravamo un passo dalla beatificazione. I risultati sono stati raggiunti grazie alle Regioni, continuo a ritenere il ruolo del commissario negativo -. Sulla vaccinazione eterologa De Luca ha aggiunto di volersi fidare dell’infettivologo Massimo Galli, che – conferma che non ci sono problemi particolari per fare la seconda dose con un vaccino diverso da AstraZeneca. Quindi io direi di procedere decisamente in questa direzione».

Ha poi aggiunto che «in Campania manterremo l’obbligo della mascherina all’aperto anche durante l’estate».

«La Campania ha un numero di percettori del reddito di cittadinanza pari a tutto il Nord Italia: anche questo è un primato. O abbiamo un’alta percentuale di truffatori o abbiamo problemi sociali particolarmente acuti: la lettura corretta è, secondo me, a metà strada. È arrivato il momento di riflettere sul reddito di cittadinanza che costa 7-8 miliardi di euro all’anno allo Stato. È doveroso dare una mano alla povera gente, ma facendo pulizia rispetto ai truffatori e a condizione che si leghi il reddito alla disponibilità al lavoro», ha detto De Luca.

Per quanto riguarda il Green Pass, infine: «Anche in questo caso la Regione Campania ha anticipato di 4 mesi il Governo nazionale. Noi stiamo distribuendo la carta di avvenuta vaccinazione che garantisce ancora di più, rispetto al green pass del Governo, le ragioni della privacy per tutti i cittadini. Continueremo a distribuire la nostra tessera di avvenuta vaccinazione».

Più informazioni su

Commenti

Translate »