Quantcast

Arrampicata in Costiera amalfitana si arricchisce: dopo Positano, l’Orrido di Pino ad Agerola

Più informazioni su

Arrampicata in Costiera amalfitana si arricchisce: dopo Positano, l’Orrido di Pino ad Agerola. Abbiamo seguito Cristiano Bacci nella perla della Costiera amalfitana che ha lavorato, prima di tutti  in maniera organica, alle arrampicate,  ora più su nella Svizzera della Campania sulla Costa d’ Amalfi una straordinaria arrampicata di cui ci parla Luca Mascolo

Non di solo Sentiero degli Dei vive Agerola. L’articolo che la rivista specializzata SPIT, questo mese in edicola, dedica alla falesia dell’Orrido di Pino non fa altro che confermare l’appetibilità sempre crescente del brand #Agerola sul piano nazionale ed internazionale.Questo nuovo progetto, nato grazie anche all’impegno della Proloco di Agerola, di DirezioneVerticale.it e di Francesco Galasso, testimonia il costante impegno nella promozione della rete sentieristica che rappresenta certamente la punta di diamante visto che, a ragione, viene considerato uno dei percorsi più belli al mondoMa è anche l’emblema della capacità di diversificare l’offerta per gli ospiti che scelgono Agerola consapevoli di trovare un’ampia gamma di alternative nel corso del loro soggiorno. Lo sport #outdoor, rappresentato dal climbing di cui il Sentiero Orrido di Pino diviene il principale testimonial grazie alle sue quasi 100 vie di arrampicata per tutti i livelli di difficoltà. Non solo #trekking, dunque. Non solo passeggiate. Oggi Agerola rappresenta un’oasi ideale per coloro che oltre a voler godere degli stupendi paesaggi, della natura lussureggiante e dell’aria frizzante e pura, amano il relax, il buon cibo, la natura, i sentieri. In pratica amano Agerola
#ILoveAgerola

Più informazioni su

Commenti

Translate »