Quantcast

A “Buongiorno Regione” su Rai3 i quattro comuni della penisola sorrentina che hanno conquistato la bandiera blu 2021

Le telecamere di “Buongiorno Regione” di Rai3 si sono accese oggi sulla penisola sorrentina e sui quattro comuni che quest’anno hanno conquistato la bandiera blu. L’incanto del mare nella Terra delle Sirene, tra insenature e spiaggette da sogno, scogliere e limoneti. La Penisola Sorrentina apre una stagione estiva accompagnata dal primato delle quattro bandiere blu: Vico Equense, Piano di Sorrento, Sorrento e Massa Lubrense. Un marchio che annuncia mare e spiagge pulite, servizi di epurazione e rispetto della natura.

A “Buongiorno Regione” su Rai3 i quattro comuni della penisola sorrentina che hanno conquistato la bandiera blu 2021

Anna Di Somma, imprenditrice turistica di Vico Equense, dichiara: «L’anno scorso il bilancio è stato positivo e speriamo vivamente di replicarlo. Le condizioni ci sono tutte ed anche i segnali positivi».

Ma a destare proteste e perplessità tra ambientalisti e bagnanti è stata la decisione del sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore che ha vietato le spiagge libere ai non residenti.

Anche Piano di Sorrento conquista per il quarto consecutivo la bandiera blu con Marina di Cassano, l’antico borgo con approdo turistico dove invece non ci sono limitazioni sulle spiagge libere. Cartellonistica per le informazioni, spazi ben organizzati e curati. Il sindaco Vincenzo Iaccarino afferma: «Abbiamo puntato tutto sulle politiche di sostenibilità ambientale e tutela dell’ambiente, abbiamo coinvolto i giovani del territorio e le attività produttive. La bandiera blu non si ottiene solamente per la qualità delle acque, che qui sono veramente meravigliose, ma anche per i servizi». E l’imprenditore turistico carottese Vincenzo Cosenza sottolinea: «Viviamo in un posto dove il creato ha dato il meglio di sé. La scommessa è quella di avere il rispetto per la natura perché quando si ha rispetto per la natura si riescono a raggiungere grandi traguardi».

Anche la Marina Grande di Sorrento può vantare la sua bandiera blu. Qui i margini di miglioramento sono ampi e c’è la volontà di offrire un’accoglienza all’altezza del riconoscimento ricevuto. Carlo Pane, Presidente della Cooperativa Sant’Anna: «La bandiera blu ha sicuramente portato un ritorno d’immagine mediatico fortissimo al quale noi abbiamo contribuito attraverso una meticolosa pulizia dei fondali e riqualificazione dell’arenile. C’è ancora molto da fare ed un suggerimento che vorrei dare all’Amministrazione Comunale è quello di delimitare l’area con dei paletti – come fatto lo scorso anno – in modo da poter meglio registrare le persone che entrano ed escono ed invitare anche i fruitori dell’arenile a fare una raccolta differenziata».

Infime a Massa Lubrense la bellissima Marina di Puolo. Il vicesindaco Giovanna Staiano: «Massa Lubrense ha conquistato la bandiera blu per 14 anni consecutivi e questo impone tanta responsabilità e tanta necessità di cominciare un percorso virtuoso e contaminare un po’ in questo percorso tutti i comuni limitrofi e tutta la penisola sorrentina. Tutte le amministrazioni della penisola sono impegnate a far sì che le spiagge libere possano garantire il diritto alla balneazione a tutti compresi anche i disabili perché l’accessibilità alle spiagge costituisce il presupposto indispensabile per il riconoscimento della bandiera blu».

Commenti

Translate »