Quantcast

Vaccinazioni per il comparto turistico in provincia di Salerno dalla prossima settimana, 5 mila in Costa d’ Amalfi

Vaccinazioni per il comparto turistico in provincia di Salerno dalla prossima settimana, 5 mila in Costa d’ Amalfi . Se tutto va bene le vaccinazioni per il Comparto turistico dovrebbero finalmente partire la settimana prossima , da martedì pomeriggio riparte anche il centro vaccinale dell’Ospedale Costa d’ Amalfi a Castiglione di Ravello, legato al Ruggi di Salerno, mentre oggi, come anticipato da Positanonews, non ci sarà la possibilità di fare vaccini se non per prenotati, Positanonews ha sentito direttamente i vari centri tramiti rappresentati dei COC, quindi Positano e Cetara faranno solo i già prenotati, e sono tanti, mentre a Tramonti e Maiori già annunciato che non si faranno . Finalmente dunque , dopo tanti annunci , ripartono i vaccini anche per il comparto turistico presumibilmente per la fine della settimana prossima , a Praiano il Distretto ha organizzato già tutto e aspettano solo i vaccini che dovrebbero arrivare mercoledì, come sempre Positanonews vi informerà con dovizia di particolari solo quando ci sarà realmente la vaccinazione  . Nel dettaglio oggi anche un pezzo dell’ottimo collega Sabino Russo su Il Mattino 
Al via le vaccinazioni al comparto turistico nel salernitano. Come annunciato l’altro giorno dal governatore Vincenzo De Luca, dopo le due isole di Ischia e Capri, la prossima settimana partono le inoculazioni per gli operatori delle due costiere. Le somministrazioni non avranno limiti d’età. Stando alle stime dell’Asl, col ritmo di somministrazioni delle prossime settimane, a fine luglio si potrebbe raggiungere l’immunizzazione di circa il 60 per cento della popolazione. Sono 114, intanto, su 2244 test processati, per un tasso di positività che si attesta al 5 per cento, i tamponi positivi comunicati dall’Unità di crisi.
Dovrebbero iniziare la prossima settimana, a meno di imprevisti dell’ultima ora, le vaccinazioni al comparto turistico delle due costiere. Nel frattempo, sono già tantissime le prenotazioni che sono giunte sulla piattaforma dei distretti turistici. Non meno di cinquemila dovrebbero essere le fiale destinate in Costiera amalfitana. In tutto dovrebbero essere intorno alle 20mila le dosi per gli operatori della provincia. Non si procederà, come ovvio, vista anche la presenza di molti dipendenti under40, per fasce d’età. Prosegue spedita, nel frattempo, la campagna di immunizzazione. Stando alle stime dell’Asl, col ritmo di somministrazioni delle scorse settimane, a fine luglio si potrebbe raggiungere l’immunizzazione di circa il 60 per cento della popolazione. A settembre, invece, si potrebbe uscire dall’incubo, pur mantenendo sempre in atto tutte le misure di precauzione. In città, al momento, sono circa 53mila, i salernitani che hanno ricevuto la prima dose, rappresentativi del 40 per cento dei 131mila556 residenti. Sono 73mila, invece, le somministrazioni complessive effettuate finora. Riprendono questo weekend, inoltre, in tutti i centri vaccinali le somministrazioni «open», per fragili, disabili, caregiver e over60. Queste categorie potranno vaccinarsi presentandosi al punto vaccinale di riferimento, senza aver ricevuto la convocazione, purché siano già registrati in piattaforma. Per chi presenta comorbilità senza elevata fragilità, di età inferiore a 60 anni, l’inserimento in piattaforma avviene esclusivamente attraverso il medico di famiglia. In questa categoria sono incluse le persone affette da patologie o situazioni di compromissione immunologica che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di covid, seppur senza quella connotazione di gravità riportata per le persone fragili (ad elevata fragilità). Al centro vaccinale di Matierno si è partiti ieri pomeriggio, e sono state accolte tutte le categorie iscritte in piattaforma fino ad esaurimento delle 250 dosi disponibili. A Pagani, invece, il punto vaccinale di popolazione sarà aperto solo di mattina e sarà somministrato il vaccino esclusivamente a persone iscritte alla piattaforma e raggiunte da convocazione. Non ci sarà, pertanto, la formula open. Nonostante la sospensione, lo scorso fine settimana, sono state oltre 30mila le vaccinazioni, in linea con quelle delle settimane precedenti.
A questa velocità, domani si dovrebbe sfondare il muro delle 500mila vaccinazioni. I centri dell’Asl, ricordiamo, viaggiano in questi giorni con una media di 500 vaccinazioni giornaliere. Sono state consegnate, tra martedì e mercoledì, 38mila dosi di Pfizer e 6mila Moderna che, con le scorte di 28mila 500 AstraZeneca, hanno dato la possibilità di poter contare su 72mila 500 vaccini. Tra sabato e domenica dell’ultima «open» sono stati somministrati oltre 12mila vaccini al giorno, che sommati ai 10mila del giorno prima fanno 34 mila immunizzazioni nel corso del fine settimana. Sono 114, intanto, su 2244 test processati, per un tasso di positività che si attesta al 5 per cento, i tamponi positivi comunicati dall’Unità di crisi, di cui ad Amalfi 1, Angri 6, Battipaglia 8, Bracigliano 5, Buonabitacolo 1, Caggiano 1, Campagna 2, Castellabate 1, Cava de’ Tirreni 11, Contursi Terme 1, Eboli 2, Felitto 2, Mercato San Severino 1, Montecorvino Pugliano 5, Montecorvino Rovella 3, Nocera Inferiore 6, Nocera Superiore 1, Pagani 12, Pellezzano 3, Pontecagnano Faiano 1, Sala Consilina 1, Salerno 10, San Cipriano Picentino 1, San Marzano sul Sarno 2, San Valentino Torio 1, Scafati 15, Teggiano 2, Vietri sul Mare 5.

Commenti

Translate »