Quantcast

Tragedia in Moto 3: è morto Jason Dupasquier

Più informazioni su

Non ce l’ha fatta Jason Dupasquier, il pilota svizzero che, nella giornata di ieri, ha perso il controllo della sua moto per poi essere colpito dalla stessa e, successivamente, da quella di un altro pilota in gara. Lunghi soccorsi in pista, poi il trasporto in elicottero in ospedale, a Firenze dove le sue condizioni sono risultate gravi da subito: traumi dalla testa al torace. Dopo l’operazione nella notte, questa mattina il pilota 19enne è stato dichiarato clinicamente morto. Dupasquier era figlio d’arte di Philippe Dupasquier, pilota di motocross. Appassionato di due ruote già da bambino, le prime esperienze in moto sono arrivate a partire dai cinque anni quando iniziò a correre sullo sterrato per poi passare alle corse su strada. Dopo l’esperienza in Supermoto, con i successi in ADAC Junior CUP e North European Cup nella classe Moto3, lo svizzero ha mosso i primi passi nel Motomondiale partecipando alla MotoGP Rookies Cup nel 2019. L’esordio mondiale era arrivato solo l’anno scorso, col debutto in Moto3 col team PruestelGP. Quest’anno, dopo appena cinque gare corse, erano stati 27 i punti racimolati dal pilota svizzero il cui miglior piazzamento era stato il settimo posto al GP di Spagna a Jerez.

Più informazioni su

Commenti

Translate »