Quantcast

Scala, ancora un’auto incendiata dopo Ravello , Positano e Piano di Sorrento . Ecco quali possono essere le cause

Scala, ancora un’auto incendiata dopo RavelloPositano e Piano di Sorrento  . Ecco quali possono essere le cause. Questa mattina ancora un’auto incendiata in Costiera amalfitana, a intervenire il distaccamento dei vigili del fuoco in Costa d’ Amalfi di stanza a Maiori prima dell’alba. Tutte le ipotesi sono plausibili, si aspetta la relazione dei caschi rossi, ma visto lo stato dell’auto sarà difficile accertare la situazione.

incendio-auto-montepertuso-3220909

Non è escluso il dolo, a Nocelle di Positano qualcuno aveva pensato a conflitti personali o lavorativi, antipatie, questioni per il posto occupato, tutte cose che non hanno avuto riscontro finora anche se per questo caso come per altri indagano i carabinieri e la Procura della Repubblica di Salerno , a Ravello pure  c’era chi pensava a possibili problemi di vicinato, a Scala in passato ci sono state anche vicende sentimentali tirate in ballo.

L’ultimo incendio di auto affrontato in ordine di tempo è Piano di Sorrento , ancora misteriosa la causa , lungo la Meta Amalfi, mentre verso i Colli di Fontanelle a Sant’Agnello è stato causato da un guasto all’autobus.

Molti non lo sanno ma è spesso la scarsa manutenzione a causare gli incendi delle auto, a volte anche di notte, l’usura e il malfunzionamento, sono le cause principali di combustione delle auto.

Oggi è difficile riuscire a fare un’azione del genere senza lasciare tracce , senza considerare che vi sono telecamere ovunque.

Capita sempre più spesso di leggere cronache che narrano di questo fenomeno: le auto che prendono fuoco. E senza che l’incendio sia dovuto per forza a uno scontro a un cappottamento spettacolare in salsa cinematografica. Non è infatti per nulla raro che la auto siano divorate dalle fiamme durante un normale tragitto o in seguito a un lieve incidente. Le cause possono essere molteplici, ma a monte, il più delle volte, c’è sempre una mancata manutenzione del veicolo.

“E’ quasi sempre così – ci spiega dall’alto della sua esperienza Enzo Mandara dell’omonimo Garage di Positano -, non conosco i casi specifici, ma nel corso dei decenni me ne sono capitati tanti di casi . La concentrazione di parti infiammabili in pochi spazi diventa fonte di pericolo proprio a causa di una cattiva manutenzione della vettura. La causa del principio di incendio può essere ad esempio un impianto elettrico obsoleto: fili che iniziano a spelarsi e, con le alte temperature generate durante il viaggio, provocano delle scintille che se vicine a perdite di liquidi ne causano l’incendio. Oppure delle perdite di liquidi infiammabili, non solo di benzina ma anche di olio e altri lubrificanti, che, a causa appunto delle elevate temperature nel vano motore, si possono infiammare. Certo può sempre capitare poi che queste condizioni i verifichino simultaneamente e improvvisamente a causa di un incidente. Non è detto poi che succeda durante la marcia, si possono sviluppare anche da fermi, a volte una persona dopo la revisione si  è ritrovata l’auto incendiata, evidente che erano stati superficiali,  per evitare problemi il più delle volte basta una puntuale e accurata manutenzione della propria auto. L’invito è perciò quello di rivolgersi con un’adeguata frequenza al proprio garage o alla propria officina, confidando che siano professionali e attenti ”

Ancora altre cose da evitare assolutamente di modificare ci dicono altri è l’impianto elettrico se non si hanno conoscenze in materia Alcuni decidono di aggiungere gadget alla propria auto mettendo mano da soli all’impianto elettrico, allacciando cavi alla batteria per alimentarli. Queste operazioni però è fondamentale siano fatte da personale esperto, altrimenti diventano fonte di un grande pericolo: se installati male possono scatenare delle scintille e causare l’incendio del veicolo.

Nel caso in cui ci si dovesse trovare di fronte a un principio di incendio il consiglio è quello di non fare gli eroi. Bisogna abbandonare immediatamente il veicolo, mettersi al sicuro e allertare subito i soccorsi. Anche perché quando un’auto comincia a infiammarsi lo sviluppo dell’incendio è rapidissimo e genera praticamente da subito temperature davvero molto elevate.

Nel video l’ultimo incendio ripreso da Positanonews a Piano di Sorrento .

Commenti

Translate »