Quantcast

Salerno. Dopo due rapine si ferma la macchina, costretti a fuggire a piedi: uno investito è deceduto, l’altro rintracciato dalla polizia

Più informazioni su

Salerno. Dopo due rapine si ferma la macchina, costretti a fuggire a piedi: uno investito è deceduto, l’altro rintracciato dalla polizia.

Alle ore 22 i ieri nell’area di servizio “Alfaterna” dell’autostrada A3 Napoli/Salerno, due uomini, di cui uno armato di coltello, hanno commesso due rapine ai danni degli addetti all’esercizio di ristorazione dell’autostazione e di un avventore. Subito dopo la rapina, i due rapinatori hanno prima tentato la fuga a bordo della loro auto ma per un inaspettato problema meccanico, hanno dovuto abbandonare il veicolo e attraversato a piedi la carreggiata dell’autostrada hanno cercato di dileguarsi raggiungendo l’opposta area di servizio. Nell’attraversare l’autostrada dopo aver scavalcato il guardrail uno dei due malviventi è stato investito da un’autovettura che sopraggiungeva su una delle corsie autostradali.  Il rapinatore investito, A.F., paganese del 1952, pregiudicato, è deceduto a seguito delle gravi lesioni riportate; l’altro rapinatore, raggiunta l’area di servizio, ha commesso un’ulteriore rapina ai danni dell’esercente ed è riuscito a fuggire a piedi attraverso la recinzione autostradale verso la città di Nocera. L’intervento immediato della Polizia Stradale di Salerno ha consentito la tempestiva messa in sicurezza dell’autostrada e sono contestualmente iniziate le indagini affidate da questa Procura della Repubblica alla Polizia di Stato. Gli accertamenti condotti hanno consentito di acquisire incontrovertibili elementi che hanno portato all’identificazione ed al fermo del complice del rapinatore morto. I Poliziotti della Questura di Salerno – Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore dopo un lungo lavoro investigativo sono risaliti all’albergo dove il rapinatore, dopo essersi dato alla fuga, si era rifugiato per trascorrere la notte.  Le ricerche da parte della Polizia di Stato si sono poi concentrate nel territorio di Pagani ed Angri, per tutta la giornata, sono stati perlustrati i luoghi abitualmente frequentati dal ricercato e nel tardo pomeriggio è stato rintracciato, e sottoposto a fermo di P.G., G.G., classe 1974, originario di Nocera.

Più informazioni su

Commenti

Translate »