Quantcast

Salernitana:vicina alla soluzione societaria

Più informazioni su

    La strada sembra essere, ormai, tracciata. La Salernitana lavora a fari spenti per risolvere il nodo della multiproprietà. Meno di un mese separa il cavalluccio marino dalla scadenza del 25 giugno indicata dalla Figc per risolvere l’incompatibilità. Claudio Lotito e Marco Mezzaroma hanno affidato la spinosa quesione nelle mani di un importante studio legale che accompagnerà la società in questa fase di trapasso. La pista più concreta porta ad un fondo estero che acquisirebbe il controllo della Salernitana, rilevando le quote di Claudio Lotito che, com’è noto, deve necessariamente lasciare la società granata. Resta da valutare, invece, la posizione di Marco Mezzaroma che vorrebbe restare, seppur con quote minoritarie. L’imprenditore laziale, tra l’altro, in queste ore è alle prese con il nodo allenatore, dopo la clamorosa rottura con Simone Inzaghi. Un ostacolo in più per Lotito che, in ogni caso, ha sempre fatto trapelare ottimismo per la risoluzione della querelle Salernitana. Non a caso in queste ore la società sta lavorando anche all’organizzazione del pre-campionato: la squadra a metà luglio dovrebbe partire per il ritiro di Cascia, comune che ha ospitato il cavalluccio marino già nelle ore immediatamente successive al trionfo di Pescara che ha regalato la promozione in massima serie. Un elemento che lascia ben sperare per il futuro e che lascia intendere come la società sia pronta per risolvere il problema della multiproprietà.
    MERCATO

    Anche se il tema principale è sempre la questione multiproprietà, tiene banco anche il mercato con la “lista” di preferenze stilata da Fabrizio Castori per rinforzare la rosa in vista di un salto di categoria estremamente probante sul piano tecnico. In cima alla lista dei desideri c’è sempre l’attaccante nigeriano Simy (classe 1992) in uscita dal Crotone, su cui c’è anche il Monza intenzionato ad allestire di nuovo una super squadra per puntare alla massima serie. Le 19 reti in una compagine che ha chiuso al penultimo posto lo rendono pezzo pregiato anche in A. Un’altra neoretrocessa, il Benevento, potrebbe cedere diversi elementi graditi a Castori: detto del terzino classe 1990, Gaetano Letizia (allenato da Castori a Carpi), si parla anche del centrocampista Hetemaj, il finlandese è in scadenza con i sanniti.

    Non è caldissima come sembrava la pista che portava al centrocampista Viola, che con le sue 35 primavere potrebbe essere sopravanzato da profili più giovani. Per il centrocampo la priorità è riscattare Mamadou Coulibaly che è legato con l’Udinese fino al 2023. I friulani vogliono 2,5 milioni per lasciare il senegalese alla corte di Castori. Per la difesa si parla anche di Alijaz Struna (’90) altro pretoriano del trainer marchigiano che ha messo gli occhi sull’ennesimo profilo ex Carpi, lo svedese Gagliolo (legato al Parma fino al 2022) che può giocare centrale e all’occorrenza anche terzino sinistro.

    FONTE tutto Salernitana.con/Salernitsna news

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »