Quantcast

Salernitana con la testa a domenica con l’Empoli, profumo di A

Più informazioni su

Salerno . Nemmeno il tempo di festeggiare la vittoria al cardiopalma con il  Pordenone, arrivata all’ultimo secondo dell’ultimo minuto di recupero, che la Salernitana è già con la testa a venerdì, quando all’Arechi arriva l’Empoli già in serie A.
A questo punto del campionato, quando mancano due partite alla fine, la Salernitana si ritrova seconda con due punti di vantaggio sulle terze (Monza-Lecce)e con il destino nelle sue mani.
Se nello sport contano le motivazioni allora i granata ne avranno in abbondanza contro un Empoli scarico per il risultato già acquisito, per cui difficilmente  dovrà sfuggire la vittoria che proietterebbe la Salernitana con un piede e mezzo nella massima serie.La squadra e’ compatta è ha i piedi ben saldi per terra anche grazie al suo allenatore che, purtroppo, sta vivendo queste ultime partite lontano dal gruppo a causa della positività al covid, e che,ciò nonostante, riesce a caricare a dovere un gruppo che si è cementato nel corso di questo campionato e proprio grazie all’Unione la squadra è riuscita ad occupare la classifica attuale. Dunque si chiede ai ragazzi un ultimo sforzo per coronare un sogno che onestamente meritano perché sono stati in testa alla classifica sin dalla  prima giornata contro tutti i pronostici degli addetti ai lavori.Allora non ci resta che goderci questi ultimi 180 minuti per poi attribuire le giuste onorificenze a questi giocatori che prima di tutto hanno dimostrato di essere uomini veri.
Nelle ultime due gare la Salernitana deve puntare al bottino pieno perché con un arrivo a pari merito con il Monza o il Lecce i granata sarebbero sfavoriti in virtù degli scontri diretti. Venerdì pomeriggio all’Arechi, come detto, arriva l’Empoli e speriamo di poter contare sull’apporto del mister Castori in panchina, si dovrà fare a meno di kiyine  squalificato, mentre torna a disposizione Veseli che ha scontato il turno di squalifica, dunque la Salernitana potrebbe tornare al 3-5-2 dove in attacco Gondo (bomber del momento) verrà affiancato quasi sicuramente da Tutino e in difesa si potrebbe far rifiatare  Bogdan visto che ci sono parecchie alternative. Comunque, al di là di chi scenderà in campo, i calciatori sono ben consapevoli di quello che stanno per realizzare e sono pronti a dare il massimo forti di una piazza calcistica mai doma, che li supporta incondizionatamente nonostante tante passate delusioni.

Più informazioni su

Commenti

Translate »