Quantcast

Piano di Sorrento, incognita elezioni un “refrain” . Pasquale D’Aniello l’uomo del dialogo

Piano di Sorrento, incognita elezioni un “refrain” . Pasquale D’Aniello l’uomo del dialogo. A Vico Equense siamo ai manifesti elettorali, senza il Covid avremmo già votato e ci sarebbe già stato un nuovo sindaco, quindi siamo ai tempi supplementari, ma a Piano , a differenza dell’Italia e della Campania, non abbiamo candidati sindaci ne liste che già si presentano ai cittadini, perlomeno per discutere del futuro del paese, per creare una sorta di laboratorio politico-sociale. Come alle scorse elezioni si saprà solo il giorno della presentazione delle liste chi si candiderà contro Vincenzo Iaccarino, il sindaco uscente, sempre se sarà candidato anche lui, come per il sindaco Andrea Buonocore a Vico Equense, lo stesso discorso vale per lui, mai dire mai. Ma al momento dovrebbe essere così. Ci sono molti movimenti legati alle persone, Rosa Russo, ex comandante a Massa Lubrense e comandante a Sorrento della polizia municipale, data come molto quotata e possibile candidato sindaco donna,  una presenza molto forte e corteggiata, ma non sembra voler impegnarsi in prima persona come sindaco, mentre alla finestra, al momento, rimane Salvatore Cappiello, sembra fuori scena l’ex sindaco Giovanni Ruggiero, per ora pensa alla scuola  ma mai dire mai, allo scoperto è uscita Anna Iaccarino, ex consigliere comunale e soggetto politico , ci sono anche dei movimenti che potrebbero emergere con un uomo o una donna nuova, mentre dai Podemos molti hanno detto basta all’esperienza anche persone molto stimate come Michele Maresca “Ho trovato un muro di gomma”, ha detto a Positanonews, lo stesso Gianni Iaccarino , molto seguito e votato, e dato la volta scorsa come candidato sindaco, ci ha detto che non sembra intenzionato a entrare in campo, fra le opposizioni dovrebbe ripresentarsi invece Mare e Antonio D’Aniello.  La lotta politica si estende anche alle alleanze esterne al primo cittadino Iaccarino , Peppe Tito e Sagristani gli sarebbero vicino, Massimo Coppola forse non tanto, Balducelli e Buonocore sono fuori gioco . Ma per quanto riguarda Meta e Sant’Agnello  Villa Fondi come hub vaccinale è stata una scelta condivisa, ma non troppo, ricordiamo che Ruggiero e Cappiello hanno parlato col sindaco Sagristani il quale ha però con Iaccarino la stessa linea per l’Ospedale Unico, idea portata avanti e finanziata dalla Regione Campania grazie proprio sopratutto a Iaccarino , che sorgerà sul territorio santanellese, quindi strutturato poi dall’amministrazione Sagristani , ma non è detto che anche altri sindaci condividano la cosa, insomma a momento ha il placet di Sagristani e Tito ..   Tanti possibili candidati , ma nessuna lista certa per nessuno, neanche per Iaccarino vi è stata una pubblica uscita della sua maggioranza che esplicitamente dichiari che si ricandiderà e si ricandiderà con lui, questo vale per Iaccarino come pure per le altre liste, al momento neanche esistenti a dire il vero, tutto si muove dietro le quinte, anche per prudenza, uscire troppo allo scoperto potrebbe far rompere il giocattolo a Piano, paese anomalo rispetto a tutto il comprensorio in questo per quanto riguarda la vita politica. Al momento chi si muove molto è il vice sindaco Pasquale D’Aniello, uomo del dialogo, parla con tutti, anche con chi sta fortemente in contrasto con il sindaco come Anna Iaccarino e cerca di tenere il gruppo insieme “Parlo con tutti, perchè no?”, staremo a vedere che succede, ma D’Aniello potrebbe essere la carta vincente di Iaccarino per stemperare tante situazioni… Intanto da tenere d’occhio lui, Salvatore Cappiello e un terzo incomodo che potrebbe rappresentare la novità , to be tuned..

Commenti

Translate »