Quantcast

“Petit Tour” alla scoperta di una Ravello monumentale e genuina

“Petit Tour” alla scoperta di una Ravello monumentale e genuina.

Domenica 9 maggio l’esordio del trekking archeologico in costiera amalfitana e del progetto di manutenzione ruderi sui sentieri intrapreso con il distretto turistico.

Ravello è pronta a ripartire e lo fa con abiti del tutto nuovi, con un esordio davvero speciale. L’associazione sportiva e culturale Rebellum, in sinergia con il Comune di Ravello, da mesi sta operando proprio per proporsi con idee innovative che mirino a garantire esperienze uniche e crescita culturale degli operatori turistici e degli abitanti della Divina, soprattutto delle giovani promesse.

"Petit Tour" alla scoperta di una Ravello monumentale e genuina

Il mese di maggio vedrà l’esordio dell’H&A HIKING AND ARCHEOLOGY della Costiera Amalfitana con i primi due itinerari 100% made in Ravello. Si tratta di appuntamenti curati da Alessio Amato, archeologo della Costiera Amalfitana che aprirà le porte di luoghi e storie nuove. Entrambi gli eventi sono coordinati da CARTOTREKKING, agenzia leader dell’Hiking e del Trekking che dal 2010 opera sul territorio campano e soprattutto costiero.

"Petit Tour" alla scoperta di una Ravello monumentale e genuina

Il primo appuntamento è previsto per domenica 9 maggio con il Petit Tour, passeggiata urbana con un doppio anello di circa 3 ore che permetterà all’ospite di vivere la Ravello monumentale e genuina, romantica e affascinante. Il secondo per sabato 22 maggio con il Grand Tour che porterà il visitatore dal centro di Ravello ai sentieri con visita sia di Fontana Caruso, area che agli inizi del secolo scorso ispirò Forster per la stesura di Story of a Panic, che delle rovine del Castello di Fratta immerso di storia e storie con uno stupendo panorama su Ravello. Un terreno fertile e vergine quello di Ravello che ora sente il bisogno di valorizzare l’escursionismo che garantirebbe ulteriore manutenzione e protezione al nostro territorio. HIKING&ARCHEOLOGY sta lavorando inoltre con il Distretto Turistico Costa d’Amalfi per un progetto interessante quanto impegnativo che mira alla manutenzione straordinaria e ordinaria dei ruderi lungo i sentieri della costiera. C’è sinergia, c’è voglia di collaborare. L’appoggio di moltissime strutture e dei vertici culturali costieri ci riempie di gioia e ci dà grande forza per poter ripartire al meglio. Ora come non mai abbiamo bisogno di inventiva. Ravello e la Costiera sono sempre più pronte.

 

Commenti

Translate »