Quantcast

Oltre 200 manifestanti per la sanità in penisola sorrentina. Tito portavoce della protesta con Regione e Asl Na3 segui la diretta

Oltre duecento cittadini e dieci rappresentanti di associazioni di Sorrento e degli altri comuni si sono presentati oggi davanti all’ospedale cittadino per protestare sullo stato in cui versa sia il Santa Maria della Misericordia di Sorrento, sia il De Luca e Rossano di Vico Equense. A loro, e in rappresentanza di tutti i sindaci, da Massa Lubrense a Vico Equense, si è unito il sindaco di Meta Giuseppe Tito che ha portato la solidarietà dei primi cittadini, visti in mattinata, e l’impegno di dialogare già da lunedì con i responsabili della regione Campania o con quelli dell’Asl NA3.

“I problemi degli ospedali sono tanti: strutture obsolete, materiale e attrezzature datate e mancanza di personale sia infermieristico che medico” ha fatto sapere Rosario Fiorentino sindacalista Cub Sorrento.

Una protesta civile, quella messa in essere dai rappresentanti dei Sindacati “Cub e Cisal”, del Movimento Civico “Conta Anche tu”, delle rappresentanze territoriali delle Associazioni “Vas-Verde Ambiente e Società, “I Cittadini contro le Mafie e la Corruzione”, il rappresentante delle guide turistiche del territorio, finalizzata soprattutto a dare continuità operativa e sicurezza sanitaria ai due ospedali territoriali, il Santa Maria della Misericordia di Sorrento ed il De Luca e Rossano di Vico Equense.

(ANSA)

Fonte ANSA Campania , video in diretta sulla pagina facebook di Positanonews  sul posto Luigi Maresca

Commenti

Translate »