Quantcast

Napoli dirompente, Udinese all’angolo

Azzurri che alzano i giri del motore rifilando una manita ai malcapitati bianconeri friulani

Redazione – Un Napoli straripante e senza quasi qualche sbavatura, mette l’Udinese al tappeto.

Azzurri che alzano i giri del motore rifilando una manita ai malcapitati bianconeri friulani, in una serata dove tutto il collettivo si mostra in ottima forma, anche Bakayoko e Lozano che prendono il posto di Demme e Politano.

Il Napoli fa la partita e fa girare il pallone, di più sulla fascia destra, l’Udinese fa densità e chiude gli spazi. Che vengono violati quando Osimhen fa da sponda per Di Lorenzo che da pochi passi fallisce il bersaglio all’11’. La pressione offensiva azzurra sale, la palla viaggia bene da destra verso sinistra, i friulani tentano di ripartire e ci riescono al 23’ con Okaka che fa da sponda per Pereyra che calcia al volo ma non centra lo specchio.

Al 28’ chi centra lo specchio è Zielinski da qualche metro dopo la respinta di Musso sulla sfera di Osimhen, si rifiata solo per qualche minuto ed è raddoppio azzurro, corre il 31’ Hysaj sventaglia per Zielinski, defilato sulla destra, appoggia al limite per Fabian che guarda la porta e fa partire un tiro a giro strepitoso che batte l’estremo udinese. Qualche allentamento mentale permette ad Okaka, al 40’, di riaprire le sorti dell’incontro, dopo che è servito da De Paul si gira benissimo e fa partire una conclusione forte e ad incrociare che batte Meret.

Insigne ha le polveri bagnate nelle ultime gare e non centra i bersaglio mandando la sfera al lato al 4’ nella ripresa, Lozano manda largo non di molto al 6’, ma non lo fa all’11’ quando anticipa De Paul si invola verso la porta e trafigge l’estremo udinese. Il quale mura la finalizzazione di Osimhen al 20’ mandando oltre la traversa la sfera. Solo sessanta secondi e quaterna azzurra con Di Lorenzo che finalizza la respinta di Musso sul colpo di testa di Manolas. La squadra di Gotti esce fuori scena, si allunga e quella di Gattuso prova ancora qualche sortita, infatti siamo al 1’ di recupero e finalmente le polveri si asciugano ed Insigne innesca una palla di prima intenzione che va in fondo al sacco. Ma prima aveva fatto tremare l’incrocio dei pali al 33’ con una staffilata secca.

NAPOLI-UDINESE  5-1

Goals: pt – 28′ Zielinski (N), 31′ Ruiz (N), 41′ Okaka (U); st – 11′ Lozano (N), 21′ Di Lorenzo (N), 46′ Inisgne (N).

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Hysaj (39’st Mario Rui); Fabian Ruiz, Bakayoko (39’st Demme); Lozano (31’st Politano), Zielinski (31’st Elmas), L. Insigne; Osimhen (26’st Mertens).

A disp: Contini, Ospina, Zedadka, Petagna, Costanzo, D’Agostino, Labriola.  Allen: Gattuso.

UDINESE (3-5-1-1): Musso; Becao (9’st Ouwejan), Bonifazi, Zeegelaar (31’st Samir); Molina, De Paul, Walace (9’st Forestieri), Makengo (41’st Palumbo), Stryger Larsen; Pereyra; Okaka (31’st Micin). A disp: Gasparini, Scuffet, Llorente, De Maio. Allen: Gotti.

Arbitro: Calvarese di Teramo.

Assistenti: Vecchi-Perrotti. IV: Pezzuto.

Var: Nasca.   Avar: De Meo.

Note: Ammonito: Bonifazi (U). Recupero: 1′ pt, 2′ st.

GiSpa

 

Commenti

Translate »