Quantcast

Napoli cinico e vede la Champions League

Osimhen terrificante che realizza una doppietta ed un assist e Spezia annientato

 

Redazione – In terra ligure quello visto è un Napoli stratosferico che mette a segno quattro reti e vede la Champions League.

Osimhen terrificante che realizza una doppietta ed un assist, e lo Spezia è annientato dopo un primo tempo che è restato al palo con gli azzurri che non gli hanno dato quasi tregua, restando aggressivi, alti, e perlopiù sviluppando azioni sulla fascia destra che mettevano molto in affanno la retroguardia bianconera. Non molto concentrati ad un inizio di ripresa, dando via libera agli spezzini che si sono rivelati determinati, pericolosi, e che hanno saputo approfittare di una distrazione della difesa partenopea dopo la respinta di Meret. Ma in definitiva era il Napoli che si voleva vedere dopo la prova non esaltante avuta contro il Cagliari, il ricatto c’è stato con Zielinski che al 15’ apre le marcature con una secca palla che mette alle spalle di Providel, dopo carico di Osimhen per Politano che premia la sovrapposizione di Di Lorenzo, cross basso e l’attaccante polacco insacca. Passano solo sette primi ed Osimhen, su lancio di Zielinski, innesca uno scatto fulmineo e destro vincente sul primo palo. I liguri non possono esprimere il loro gioco  non avendo gli sbocchi opportuni, grazie ad un Napoli guardingo ed attento in ogni zona del campo. La catena di destra partenopea, specialmente con Di Lorenzo e Politano, dà scacco matto alla difesa spezzina che barcolla non poco. Lo fa quando al 44’ Osimhen sigla il tris e la sua doppietta personale: Insigne batte una punizione per l’inserimento lampo del nigeriano, controllo e botta sotto la traversa! È 0-3! Rete convalidata dopo il check al Var: Osimhen era partito sul filo del fuorigioco.

Si va all’intervallo, mentalmente i liguri si riprendono ed all’ingresso in campo sono sembrano più determinati, concentrati ed iniziano a creare qualche grattacapo ad un Napoli che è in dormiveglia, Piccoli  calcia in area ma Manolas si oppone benissimo in scivolata, corner per lo Spezia.

Piccoli non è domo ed accorcia le distanze al 18’: Estevez di testa su un cross, Meret ha un buon riflesso e dice di no, ma sulla ribattuta per l’attaccante bianconero la spinge in rete. Dopo il momento di appannamento gli azzurri si riprendono, i cambi danno la loro svolta ed il neoentrato Lozano  mette a segno il poker definitivo al 34’: Lancio per Osimhen, controllo e palla per il messicano che buca Provedel. Rete prima annullata per fuorigioco da Irrati, su segnalazione del guardalinee, e poi convalidata dopo il check del Var. È 1-4!

Napoli che sale al secondo posto e rivede momentaneamente la Champions League, aspettando la gara dell’Atalanta contro il retrocesso Parma e quella del big match tra Juventus e Milan di domenica sera 9 maggio.

SPEZIA-NAPOLI  0-4

Goals: pt – 15′ Zielinski (N), 22′ Osimhen (N), 44′ Osimhen (N); st –  18′ Piccoli (S), 34′ Lozano (N),

SPEZIA (4-3-3): Provedel; Vignali, Ismajli, Chabot, Marchizza; Estevez (33’st’ Saponara), Ricci, Maggiore; Verde (1’st Piccoli), Agudelo (35’st Acampora), Gyasi (23’st Farias). All. Italiano.

A disposizione: Zoet, Erlic, Dell’Orco, Terzi, Ferrer, Bastoni, Pobega, Galabinov.  Allen: Italiano.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Hysaj (24’st Mario Rui), Fabian, Demme, Zielinski (24’st Mertens; 31’st Elmas), Politano (31’st Lozano), Osimhen (39’st Petagna), Insigne. All. Gattuso.

A disposizione: Ospina, Contini, Zedadka, Bakayoko, Elmas, Petagna, Cioffi.  Allen: Gattuso.

Arbitro: Irrati di Pistoia.

Assistenti: Meli-Alessio.  IV: Marini.

Var: Banti.  Avar: Vivenzi.

Note: Ammoniti: Ricci, Estevez, Vignali (S), Hysaj, Osimhen (N).

Recupero: 2′ pt, 4′ st.

GiSpa

Commenti

Translate »