Quantcast

Maiori, il gruppo Idea Comune: interrogazione sul plesso scolastico di Via de Jusola

Maiori. Il gruppo “Idea Comune” invia al Sindaco di Maiori un’interrogazione sul plesso scolastico scuola elementare e materna di Via de Jusola: «L’amministrazione deve dar conto e rispondere:

1) da gennaio 2019 non ha ottemperato alle normalissime prescrizioni dei NAS, a seguito del controllo dell’edificio scolastico in Via de Jusola;

2) le bimbe e i bimbi finiscono l’anno scolastico 2019 nel plesso di Via de Jusola, senza però mai più ritornarci;

3) l’amministrazione impegna risorse finanziarie cospicue (più di 120.000 euro) inventandosi aule improprie per i ragazzi, presso la scuola media di Via Capitolo;

4) per creare nuove aule, vengono anche soppressi laboratori utilizzati dai ragazzi delle medie e c’è all’esterno addirittura un container;

5) il gruppo “Idea Comune” chiede l’accesso nell’edificio scolastico in Via de Jusola: lo stato di abbandono è scandaloso. Sono intervenuti, per l’incuria, anche i Vigili del fuoco, per rimuovere una parte di asfalto pericolante lungo i bordi del lastrico solare. La scena è tristissima: piove dai soffitti, gli intonaci sono umidi e scrostati; ci sono secchi sui pavimenti pieni di acqua piovana. Nelle aule mute sorridono solo i disegni colorati dei bimbi, alcuni appesi ai muri delle aule, altri invece tristemente abbandonati sui pavimenti.

Ora capiamo perché l’amministrazione si è comportata così. Ora capiamo perché è così cieca e così irrispettosa del patrimonio pubblico. Le date, semplicemente le date, svelano il disegno perverso dell’attuale amministrazione.

Nell’ottobre del 2019 la Giunta approva il progetto denominato “TORRE SCHOLA”: l’area interessata è proprio quella dove c’è l’edificio scolastico di Via de Jusola, ormai abbandonato; importo previsto: 4 milioni e 700mila euro; e viene pure inserito nel piano triennale delle O.O.P.P. del bilancio comunale.

Nel maggio del 2020 viene indetta la procedura negoziata tra i soggetti che manifestano interesse all’iniziativa.

Nel luglio 2020 l’aggiudicazione è affidata alla soc. “Eutecne srl”, con sede in Perugia (ancora con un costo di più di 100.000 euro).

E veniamo ai giorni nostri: nel mese di aprile 2021 viene rimodulato il quadro economico dei lavori; sempre nell’aprile 2021 (stesso giorno) c’è l’affidamento professionale per supportare il responsabile comunale del procedimento, arch. Roberto Di Martino (con un esborso di circa 38.000 euro).

L’amministrazione è chiamata a rispondere:

a) il provvedimento è illegittimo per quanto riguarda la chiusura del plesso scolastico di Via de Jusola;

b) l’eccessiva somma utilizzata impropriamente, per creare nell’edificio delle scuole medie aule improprie e anguste per ospitare i bimbi che frequentano la scuola materna e quella elementare, non ha giustificazione;

c) la soppressione dei laboratori didattici, per recuperare spazi, è un vero scandalo;

d) il danno enorme subito, a seguito di incuria e di totale abbandono, dell’edificio scolastico di Via de Jusola, scientemente programmato dall’amministrazione, ad oggi sicuramente ammonta ad un importo considerevole (la stima è stata fatta da tecnici da noi interpellati).

Noi, come gruppo, continuiamo a portare avanti il nostro fermo convincimento: la scuola materna ed elementare di Via de Jusola va subito riaperta. C’è tutta l’estate per poter intervenire e ridare splendore a questo patrimonio edilizio indispensabile per il paese.

Il gruppo “Idea Comune” – Salvatore Della Pace – Marco Cestaro».

Commenti

Translate »