Quantcast

Le nuove regole in vigore dal 15 maggio per il rientro in Italia: niente quarantena per i turisti dai Paesi europei

Più informazioni su

Le nuove regole in vigore dal 15 maggio per il rientro in Italia: niente quarantena per i turisti dai Paesi europei. In vista dell’estate oramai alle porte, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ed il ministro della Salute Roberto Speranza hanno partecipato ad un tavolo operativo per definire il piano sulle riaperture ai turisti stranieri.

A partire dal 15 maggio, le persone provenienti dai Paesi europei, dal Regno Unito e da Israele, due Paesi in cui la copertura vaccinale ha raggiunto ottimi risultati, non dovranno più mettersi in quarantena una volta entrati in Italia. Insomma, stop anche alla mini quarantena di cinque giorni.

Insomma, da questo fine settimana, per entrare in Italia da Ue, Regno Unito ed Israele ed evitare la quarantena basterà rispettare una delle tre condizioni previste per il green pass, il certificato verde che da metà maggio in Italia e da giugno in tutta Europa consentirà di spostarsi liberamente, senza più restrizioni, anche da e verso zone considerate ad altro rischio Covid. Ricordiamo, si tratta di un documento che attesterà di aver ricevuto entrambe le dosi di vaccino anti-Covid, oppure di essere risultati negativi a un tampone rapido o molecolare effettuato nelle 48 ore precedenti il viaggio o, ancora, di aver contratto ed essere guariti dal Covid.

Il green pass per spostarsi tra regioni è un certificato cartaceo o digitale utile a dimostrare di essere in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  • aver ricevuto entrambe le dosi di vaccino anti-Covid
  • essere risultati negativi a un tampone rapido o molecolare effettuato nelle 48 ore precedenti il viaggio
  • aver contratto il virus ed essere guariti

Inoltre, l’Italia sta lavorando all’organizzazione di voli Covid-free per Dubai, dove da ottobre partirà l’Expo. Lo stesso lavoro dovrebbe essere compiuto anche per gli Usa.

L’obiettivo, infatti, è quello di riaprire entro la metà di giugno, eliminando la quarantena anche per i turisti provenienti dagli Stati Uniti.

Intanto, con una nuova ordinanza del 6 maggio, Speranza ha esteso fino al 30 maggio 2021 le misure vigenti per gli ingressi in Italia per le persone provenienti o che abbiano soggiornato nei 14 giorni precedenti in India, Bangladesh e Sri Lanka. L’ordinanza vieta l’ingresso in Italia per le persone provenienti o che abbiano soggiornato nei 14 giorni precedenti in questi tre Paesi.

Con delle eccezioni però. Il divieto di entrata non si applica tuttavia alle seguenti persone:

  • cittadini italiani con residenza anagrafica in Italia da prima del 29 aprile 2021 e che non presentino sintomi Covid
  • funzionari e agenti dell’Ue o di organizzazioni internazionali, agenti diplomatici, personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, funzionari e impiegati consolari, militari e Forza di Polizia, personale del Sistema di informazione per la sicurezza nazionale e dei Vigili del Fuoco
  • cittadini italiani iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE).

Inoltre, è possibile entrare o rientrare in Italia da questi Paesi per ragioni umanitarie o sanitarie.

Più informazioni su

Commenti

Translate »