Quantcast

La Ternana dei record battuta dalla Juve Stabia dei gol: al Liberati finisce 4-3 per le Vespe

Partita al cardiopalma quella tra la promossa in B Ternana e la Juve Stabia, terminata 4-3 per quest’ultima. La cronaca di StabiAmore: “Nell’ultima gara di campionato contro la capolista già promossa Ternana, Padalino fa riposare Berardocco, Scaccabarozzi e Orlando e il diffidato Mule’. Il tecnico sceglie Russo in porta, Esposito in difesa assieme ad Erizalde e Troest, Suciu a centrocampo con Vallocchia e Borrelli in attacco assieme a Marotta, sostenuti da Fantacci e dai cursori esterni bassi Rizzo e Garattoni. Nel primo tempo lo Stabia si difende bene e si propone con veloci ripartenze, contando sull’ottima parata di Russo su una punizione dal limite di Falletti. Borrelli serve in velocità Fantacci in contropiede, che non serve Marotta, ma indovina una bella giocata personale, che conclude con un bel tiro che fulmina il portiere Casadei, unica riserva scelta da Lucarelli per la sua Ternana, che deve preparare gli impegni di Supercoppa contro il Como e il Perugia di Caserta, fresco di promozione. Fantacci e’ assoluto protagonista della partita assieme a Falletti e Russo, ma dopo il bel gol del vantaggio per due situazioni negative. Infatti Fantacci non riesce a cogliere al volo la palla del possibile raddoppio e poi entra nell’azione dello stupido fallo nella sua area di Elizalde, per un rigore giusto fischiato alla capolista. Ma come sulla punizione Russo compie un’altra grande parata sul tiro da fermo di Falletti, neutralizzando il rigore, mentre Partipilo tenta un tiro di punta in un’altra occasione pericolosa dei padroni di casa. Lo Stabia legittima il vantaggio nei primi minuti della ripresa con un bel tiro da fuori di Vallocchia, che sfiora il palo alla destra di Casadei e con una grande occasione per Borrelli, che si fa ribattere il tiro dal portiere umbro, bravo a chiudere lo specchio. Ma poi la Ternana riesce a trovare il pari su un”azione sporca con un errore piuttosto netto di Troest, che favorisce il gol di Suagher, che aveva segnato anche all’andata al Menti. Padalino fa entrare Berardocco e Orlando per Suciu e Fantacci e subito dopo è il portiere della Ternana Casadei a commettere un clamoroso errore che permette ad Orlando di segnare il gol del nuovo vantaggio dello Stabia. A questo punto entra Scaccabarozzi per Borrelli per mantenere un importante e storico successo al Liberati, dove lo Stabia nella sua storia non è mai riuscita a vincere. Purtroppo però prima la bravura di Partipilo che serve un assist preciso per il neo entrato Rajcevic, autore non solo del pareggio, ma anche del vantaggio per un altro incredibile errore, questa volta del portiere stabiese, che praticamente regala il gol alla Ternana di un’insperata rimonta. Padalino fa entrare pure Cernigoi e Caldore per Marotta ed Esposito, e lo Stabia per diversi minuti prova a trovare almeno nuovamente il pareggio, peraltro ampiamente meritato. Ma invece del possibile rigore Garattoni trova la seconda ammonizione, che lascia lo Stabia in inferiorità numerica e con la sua squalifica nella prima gara dei playoff. Lo Stabia anche in dieci continua ancora ad attaccare e trova il meritato premio con un netto fallo in area su Cernigoi, che prova a chiedere di battere il rigore, che si è procurato e segnare il suo primo gol in campionato. Ma in assenza di Marotta il rigorista è Berardocco, che realizza il pari, ma la partita continua a regalare emozioni. Falletti stasera non riesce proprio a segnare e colpisce un palo clamoroso con Rajcevic, che poi spreca la ribattuta e fallisce la sua tripletta personale, e da gol mancato come nelle migliori tradizioni calcistiche ecco che arriva il vantaggio dello Stabia su azione di Rizzo e deviazione nella sua porta di Salzano per il fantastico 4-3, che permette finalmente allo Stabia di espugnare il Liberati, un’impresa mai riuscita a nessuna squadra in questa stagione e che migliora il record di vittorie consecutive in trasferta, giungendo al ragguardevole traguardo di nove. Inoltre la vittoria consente di scavalcare il Catania, che recupera il pari ma non vince a Foggia, e sancisce la conquista del quinto posto in classifica, che consente di affrontare nel primo turno dei playoff domenica prossima al Menti la decima classificata, vale a dire la Casertana, già battuta poche settimane fa in campionato, sul suo terreno di gioco. Insomma bisogna fare i complimenti a tutte le componenti dello Stabia per aver disputato un grande girone di ritorno, che proietta la squadra di Castellammare ai playoff con una grande considerazione da parte di tutti gli addetti ai lavori e l’entusiasmo del tifo stabiese, pronto a tornare sugli spalti se le regole per le riaperture degli impianti sportivi lo consentiranno in questa fase finalmente migliore della pandemia da corona virus”.

Commenti

Translate »