Quantcast

La Salernitana vicina alla soluzione societaria,intanto stabilito il ritiro estivo

Più informazioni su

    Continua a tenere banco la situazione legata alla cessione della Salernitana da parte di Lotito e Mezzaroma: la situazione

    Meno di 30 giorni per definire il futuro della Salernitana: scadrà infatti il 25 giugno prossimo il temine disposto dalla FIGC per permettere il passaggio delle quote del duo Lotito-Mezzaroma e permettere ai granata di iscriversi alla Serie A 2021/22.

     

     

    Una situazione che si sta evolvendo col passare dei giorni ed è costantemente monitorata nell’ambiente granata. Il Corriere dello Sport, in edicola oggi, spiega come Claudio Lotito stia lavorando per cercare di trovare la soluzione nel breve tempo. Il co-patron granata sembra orientato a cedere il 50% delle sue azioni ad un fondo estero (non vi sono indizi in tal senso), così da non violare le regole imposte dalla Noif. Soluzione che è al vaglio dei legali di Lotito che stanno cercando la quadra della situazione per venirne a capo in tempi brevi.

    Quello che da resta da definire è la situazione legata a Marco Mezzaroma, l’altra faccia della medaglia. Viste le ingenti spese effettuate nel corso degli anni, il patron, con l’uscita di scena di Lotito, potrebbe rimanere al timone della società. Per farlo, le sue azioni scenderebbero al 49% e favorire così l’ingresso di nuovo azionista con un assetto blindato e forte. Sarebbe la soluzione migliore per la Salernitana che si affaccerà dopo 23 anni alla Serie A.

    Questo tipo di scenario – come spiega il CdS – potrebbe ricevere il consenso favorevole da parte della FIGC, la quale in questo momento si trova in attesa di novità per quanto riguarda il destino della Salernitana. E lo stesso dicasi per i tifosi granata: situazione in divenire.

    CASCIA OSPITERA’ I GRANATA PER LA PREPARAZIONE

    La stagione del ritorno in Serie A della Salernitana sarà preparata a Cascia, proprio lì dove i granata hanno festeggiato la promozione subito dopo la vittoria di Pescara. Il quotidiano Il Mattino oggi in edicola svela il “sorpasso” della località umbra ai danni della marchigiana Sarnano, che aveva ospitato l’anno scorso gli uomini di Castori. Salvo clamorosi capovolgimenti di fronte (non c’è ancora un nero su bianco), il ritiro precampionato 2021 si terrà dunque nella cittadina di Santa Rita al Grand Hotel Elite gestito dalla Di Curzio Incoming, con campo d’allenamento a pochi passi presso la Country House. Intorno al 15 luglio il primo allenamento in loco, preceduto da qualche giorno di test atletici e pre-raduno, con visite mediche, a Salerno.

    La Salernitana tornerà a Cascia sei anni dopo l’ultima volta, anche in quel caso dopo una promozione. Nel 2015 infatti la squadra all’epoca allenata da Vincenzo Torrente alloggiò nella medesima struttura e usufruì dello stesso campo. Frattanto, accanto ne è sorto un altro. Proprio in occasione della toccata e fuga granata tra il 10 e l’11 maggio, ci furono dei sopralluoghi e contatti tra la dirigenza e la locale amministrazione comunale, oltre che con gli albergatori, Sembra vicinissimo l’accordo tra le parti, dunque, per il quarto ritiro dell’ippocampo a Cascia: nel 1986 e nel 1988, con Mario Russo prima e Carlo Soldo poi, la Salernitana aveva già scelto la stessa località.

    fonte salernitana news

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »