Quantcast

Il “green new deal” europeo parte da Cava de’ Tirreni

Il “green new deal” europeo parte da Cava de’ Tirreni. La città metelliana, insieme al Trentino, a Bath e Sheffield, tra i progetti pilota per la sperimentazione di un nuovo sistema di raccolta dei rifiuti elettronici (Raee) che sensibilizzi sempre più la popolazione a una corretta differenziazione. Il programma “InnoWeee”, con la spinta propulsiva di Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, è stato raccontato da “Erion”, il sistema multiconsortile che si occupa della raccolta dei Raee, durante la Digital Green Weeks di Ecomondo.

Riflettori accesi sull’importanza dell’economia circolare e del ruolo giocato dai Raee. A Cava de’ Tirreni, il progetto prevede l’installazione di quattro smart bin (per la raccolta di pile portatili e lampadine a fine vita) in grado di effettuare il riconoscimento dei cittadini, consentire il corretto conferimento dei rifiuti secondo categorie definite e restituire uno scontrino ecologico recante la quantità di Co2 risparmiata col conferimento. È in via di consolidamento, inoltre, la creazione di una rete di attività commerciali che garantirà a chi presenterà tali scontrini l’accesso ad una scontistica dedicata, facendo da volano al consolidamento di comportamenti ambientalmente corretti.

È una delle tre iniziative inserite nel del progetto “Inno-Weee”, promosso da Eit Climate- Kic con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza dei partecipanti sull’importanza della corretta gestione dei Raee. Il progetto pilota del Trentino, coordinato dalla “Fondazione Bruno Kessler” (Fbk), ha coinvolto 795 bambini in una competizione digitale tra classi scolastiche che ha portato alla raccolta di 3.806 oggetti per un peso totale di 2.289 chili, consentendo un risparmio di emissioni di Co2 pari a 7.721 chili.

Infine, il progetto pilota di Bath e Sheffield, coordinato da Betterpoints, ha permesso ai cittadini che hanno conferito correttamente i propri Raee di essere premiati con “BetterPoints”, valuta digitale che poteva essere scambiata con buoni acquisto o donata in beneficenza, il tutto stimolato dall’utilizzo della tecnologia digitale di una app per cellulare. «L’economia circolare è un tassello fondamentale nel Green New Deal europeo, che ha l’obiettivo di far diventare l’Europa il primo continente climaticamente neutrale entro il 2050 ha spiegato Piergiorgio Cipriano , Coordinatore di “Inno-Weee” per “Dedagroup Public Services” – . La corretta raccolta e gestione dei Raee è sempre più strategica».

Fonte La Città di Salerno

Commenti

Translate »