Quantcast

Gli effetti del Coronavirus: aumenta il divario tra Nord e Sud

Più informazioni su

Gli effetti del Coronavirus: aumenta il divario tra Nord e Sud. Un nord e un centro più favorevoli all’inclusione di donne e bambini, dove le condizioni sono buone o sufficienti e un sud dove donne e bambini vivono in condizioni insufficienti di inclusione o addirittura gravi. È quanto emerge dal rapporto “Mai più invisibili” della ong WeWorld che oltre a confermare il divario territoriale sottolinea un peggioramento generale dovuto alla pandemia ed in particolare al sud. Dal report il Friuli Venezia Giulia si conferma al vertice della classifica nell’inclusione di donne e bambini, così come rimane fanalino di coda la Sicilia. Nel nord le uniche eccezioni, con indici sotto la media, sono il Piemonte e la Liguria. «C’è una interconnessione tra i diritti delle donne e dei bambini – ha spiegato Elena Caneva, coordinatrice del centro studi We Word onlus – perché si influenzano vicendevolmente e non è sufficiente promuovere i diritti delle donne e dei bambini ma bisogna anche far sì che possano esercitare questi diritti, soprattutto in quattro aree l’educazione, la salute, l’economia e la società. Si riconferma ancora una volta il fatto che la crisi economica e sociale portata dalla pandemia ha inciso in particolare su alcune categorie sociali, fra cui le donne e la popolazione under 18». WeWorld propone di intervenire in quatto aree: empowerment economico femminile, contrasto delle violenze su donne e bambini, progetti culturali per contrastare gli stereotipi di genere e prevenzione delle povertà educativa con il tempo pieno per tutti, una rimodulazione del calendario scolastico e l’estensione dell’obbligo di istruzione dai 3 ai 18 anni.

Fonte Metropolis

Più informazioni su

Commenti

Translate »