Quantcast

Giustizia malata. Tribunale di Ischia e Procida: Giudice trasferito dal CSM

Giustizia malata. Tribunale di Ischia e Procida: Giudice trasferito dal CSM. Mano pesante del Consiglio Superiore della Magistratura sulla sezione di Ischia e Procida del Tribunale di Napoli: la prima commissione ha decretato l’allontanamento del giudice coordinatore, Eugenio Polcari.Un provvedimento durissimo  che ha scosso la comunità forense ed ora mette in serio rischio il futuro del tribunale stesso.

Per il Tribunale isolano, da anni  scosso dal rischio chiusura per una cronica carenza di personale a fronte di una elevata percentuale, di processi e contenziosi,  oltre che a innegabili  contrasti interni alla struttura con una estrema litigiosità della classe forense locale. Un mix che ha fatto dell’ abito isolano  una realtà difficile da gestire.  Soprattutto sono state, però,  le vicende giudiziarie che negli ultimi due anni hanno portato in carcere altri due magistrati a rendere ancor più pensate il bilancio della decisone del CSM.  Il timore, ora, è che la chiusura definitivadella sezione distaccata di Ischia del Tribunale di Napolisia vicina.

Il Consiglio in una lunga e articolata nota, tratteggia l’ambiente, difficile, disponendo a margine di una grave disamina, , come si legge nel testo del provvedimento, , “il trasferimento d’ufficio, ai sensi dell’art. 2 del regio decreto n. 511 del 31 maggio 1946, deldott. Eugenio Polcari, attualmente giudice del Tribunale di Napoli, per incompatibilità conl’ufficio di attuale assegnazione e con ogni funzione giudiziaria nel circondario di Napoli.

36 pagine in cui si delibera di comunicare la decisone alla Terza Commissione, per quanto dicompetenza”, ma soprattutto si evidenziano gravi vizi procedurali e rapporti interpersonali con legali e ufficiali giudiziari, censurati, e ritenuti indicativi di una condotta non idonea al ruolo ricoperto. Particolari finiti nel mirino della prima commissione, unitamente, alla conflittualità, cui si accennava, rilevata  all’interno della sezione distaccata del Tribunale.

Insomma anche le isole partenopee si confermano in linea con l’andazzo nazionale del sistema magistrati istallanti. Ovviamente si attendono nuovi sviluppi.

Commenti

Translate »