Quantcast

Gennaro Cinque ex sindaco di Vico Equense interrogatorio in Procura per vicenda Beneduce

Più informazioni su

Gennaro Cinque ex sindaco di Vico Equense interrogatorio in Procura per vicenda Beneduce Cinque , anche consigliere della Regione Campania , è finito sott’inchiesta per una vicenda che vede parte lesa l’ex collega, Flora Beneduce a scrivere della vicenda oggi anche Stylo 24 con un articolo di Fabrizio Geremicca

È atteso in tribunale a Torre Annunziata domani mattina, per sottoporsi all’interrogatorio nel processo nel quale è imputato per abuso di ufficio. Gennaro Cinque, imprenditore del settore dell’arredamento, oggi consigliere regionale eletto nello schieramento di centro destra, ex sindaco ed assessore ai lavori pubblici a Vico Equense, dovrebbe finalmente comparire in aula.

ad

In una precedente occasione ha disertato l’appuntamento adducendo concomitanti impegni istituzionali, in particolare la partecipazione ad una seduta del consiglio regionale. Se davvero stavolta ci sarà, lo si scoprirà solo domani.

PUBBLICITÀ

La vicenda giudiziaria riguarda un presunto abuso d’ufficio che la Procura di Torre Annunziata contesta all’ex sindaco e che sarebbe stato commesso a danno di altri due personaggi piuttosto noti della politica in penisola sorrentina: Armando De Rosa, potente assessore regionale al Turismo della Dc che fu, scomparso un paio di anni fa, e la moglie di De Rosa, il medico Flora Beneduce, a sua volta ex consigliere regionale per il centro destra.

Il pubblico ministero è Andreana Ambrosino. Il presidente del collegio è il giudice Riccardo Sena. La vicenda sulla quale si dovranno pronunciare i magistrati riguarda la revoca da parte dell’amministrazione comunale di Vico Equense, che all’epoca era guidata da Cinque, della concessione per la gestione della spiaggia del Pezzolo, alla Marina di Seiano. Alla gara aveva partecipato Il Sireneo d’Aequa, società riconducibile a De Rosa, Beneduce ed ai figli, ed aveva vinto.

Il Comune più volte e nonostante alcuni pronunciamenti del Tar Campania favorevoli al Sireneo, procedette alla revoca. Secondo l’accusa, con l’intenzione di favorire un altro imprenditore, ora coimputato di Cinque, che aveva partecipato alla gara ma si era piazzato in seconda posizione. Secondo la difesa, per evidenti irregolarità manifestatesi nella conduzione della spiaggia in concessione.

Beneduce è seguita dall’avvocato Alfredo Sorge, lo stesso che la difende – è imputata – nel processo per voto di scambio che coinvolge anche Luigi ed Armando Cesaro e e per un’altra vicenda vicana. È quella della lottizzazione abusiva che Beneduce avrebbe realizzato insieme a De Rosa nell’area di sua proprietà, sempre alla Marina di Seiano, dove aveva aperto un resort. Pure questo processo va avanti da alcuni anni ed è in fase di dibattimento.

Più informazioni su

Commenti

Translate »