Quantcast

FLAICA CUB CAMPANIA: “Lavoratori stagionali ancora una volta offesi e criminalizzati dal Governatore De Luca”

Più informazioni su

FLAICA CUB CAMPANIA: “Lavoratori stagionali ancora una volta offesi e criminalizzati dal Governatore De Luca”.

La FLAICA CUB Campania denuncia l’ennesimo attacco ai lavoratori stagionali proveniente dai politici di turno. Ultimo in ordine di tempo, il nostro caro Governatore della Regione Campania De Luca, che si è permesso ancora una volta di offendere i lavoratori stagionali, asserendo che  preferiscono percepire  il Reddito di cittadinanza di 700 euro che andare a lavorare come stagionali a fare i cameriere o gli operai stagionali nelle fabbriche di pomodoro, aggiungendo ancora una offesa gratuità  perché secondo lui nessuno gli stagionali non vorrebbero alzarsi alle 6 del mattino per andare a lavorare.

Il Segretario FLAICA CUB Amendola Marcelo sul fatto dichiara “Solo chi ignora i sacrifici che fanno i lavoratori stagionali e le loro famiglie può pensare una cosa del genere. Avesse fatto lui caro Governatore, almeno un giorno di lavoro come stagionale capirebbe di cosa parliamo”.

“De Luca e i suoi amici non vogliono lavoratori, a loro servono schiavi da sfruttare”.

La FLAICA CUB tramite del Segretario Amendola denuncia inoltre “che la stragrande maggioranza del Lavoro che viene offerto, se mai viene offerto, è per fare dalle 12 alle  13 ore al giorno di lavoro per 1000 euro al mese tutto compresso,  senza nessun tipo di assicurazione, completamente in nero. E’ questo che oggi offre la nostra regione nella stragrande maggioranza dei casi. Ma si sa, il nostro caro governatore  questo non lo vede, Lui usa il suo lanciafiamme solo contro gli operai stagionali, rei di essere precari a vita perché i politici come lui non fanno il proprio lavoro”.

Amendola conclude con un appello al Governatore “Caro De Luca, Serve lavoro stabile, con tutti diritti, con una paga degna, in sicurezza nel rispetto delle regole, allora vedrà che il reddito di cittadinanza non lo prenderà più nessuno, ma finché continuate a sponsorizzare la precarietà a vita, sarà difficile fare meglio di cosi”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »