Quantcast

Fiordo di Furore, controlli della Guardia Costiera e della Polizia Municipale. Positanonews sul posto video

Furore, costiera amalfitana. Nella giornata di oggi la Guardia Costiera di Amalfi  e la Polizia Municipale hanno effettuato dei controlli al Fiordo. La Guardia Costiera è intervenuta con dei sequestri come dettagliato da Positanonews, poi con essa il Genio Civile della Regione Campania .  L’attività di supervisione da parte dei Vigili Urbani locali è comunque costante, anche se non continua per il limite delle risorse umane e un territorio esteso, per questo ci vorrebbe una polizia intercostiera o provinciale sulla S.S. 163 dove si parcheggia spesso in divieto,  ma non significativa di particolari problematiche ma volta a garantire la sicurezza e la tranquillità nel rispetto delle regole anti Covid, le attività giudiziarie spesso nascono su impulso di privati.

Fiordo di Furore, controlli della Guardia Costiera e della Polizia Municipale

Il Fiordo di Fuore è una delle località della costiera amalfitana che, con l’arrivo delle giornate dal sapore estivo, diventa meta preferita di tanti che amano trascorrere una giornata immersi nella natura ed è uno dei posti più caratteristici della costa, ultimamente interessato purtroppo anche da episodi di sequestri e di diatribe. Sulle quali facciamo esprimere solo gli atti giudiziari che eventualmente arriveranno dal Tribunale di Salerno, visto che con i sequestri si sta a significare attività giudiziaria penale in corso.

Positanonews è l’unica testata giornalistica che è andata sul posto direttamente come possiamo dimostrare con nostri video e nostre foto .  Non ci sembra che sia cambiato molto, anche da riscontri fatti dalle foto di Google Earths , al Fiordo.  Un gioiello che non si riesce a valorizzare come si dovrebbe, il problema idrogeologico in primis, ma anche lo sviluppo economico e turistico frenato da tutto, le case di Anna Magnani, l’Ecomuseo,  era previsto pure un ascensore, tutte cose rimaste nel nulla, ristoranti e attività chiuse o imprenditori bloccati .  Una volta si parla della depurazione delle acque e dell’inquinamento da Agerola, una volta delle frane, una volta dei sequestri, a noi piacerebbe parlare di un luogo che si sviluppi in armonia con l’ambiente straordinario in cui si trova e crei economia gioia e felicità. E’ un vero peccato che questo posto non posso fiorire come avviene a Praiano, Positano, Amalfi, producendo economia e dando lavoro.

Sotto gli articoli che parlano nel dettaglio delle attività giudiziarie.

 

Commenti

Translate »