Quantcast

Dal 17 maggio tornano a cambiare i colori delle regioni. Ecco cosa potrebbe accadere

Più informazioni su

Lunedì 17 maggio cambiano nuovamente i colori delle regioni italiane che dovrebbero passare tutte in zona gialla ad eccezione della Valle d’Aosta che rischia di restare in zona arancione.

Dalla prossima settimana, quindi, dovrebbe esserci un allentamento delle misure restrittive per la Sicilia e la Sardegna, che attualmente sono ancora in fascia arancione.

La Campania resterà quasi sicuramente in zona gialla visto anche il lento calo del numero dei contagi che si sta registrando nell’ultimo periodo anche in considerazione dell’aumento delle persone vaccinate.

Sempre da lunedì 17 maggio riapriranno anche le piscine all’aperto, come previsto dal decreto dello scorso 26 aprile. Ed inoltre non ci sarà più l’obbligo della quarantena per coloro che rientrano dai Paesi dell’Unione europea.

La Sardegna, il Friuli Venezia Giulia ed il Molise aspirano a diventare zona bianca potendo contare su un’incidenza sotto i 50 casi per centomila abitanti. Ma quasi sicuramente non sarà possibile perché secondo la norma vigente è necessario far trascorrere tre settimane per finire nella fascia di minor rischio, quindi il passaggio dovrebbe avvenire entro la fine di maggio.

La prossima settimana il governo si riunirà in un consiglio dei Ministri che dovrebbe varare il nuovo decreto con il quale, con molta probabilità, verrà spostato il coprifuoco alle 23.00 (presumibilmente dal 24 maggio) e si riaprirà ai festeggiamenti per i matrimoni a partire dal 15 giugno.

Altro obiettivo del governo è quello del rilancio del turismo, eliminando anche la quarantena.

Più informazioni su

Commenti

Translate »