Quantcast

Coronavirus, De Luca: “Soddisfazioni per la Campania, risultato migliore d’Italia per le vaccinazioni degli ultra ottantenni nonostante le dosi in meno” segui la diretta

Più informazioni su

Coronavirus, De Luca: “Soddisfazioni per la Campania, risultato migliore d’Italia per le vaccinazioni degli ultra ottantenni nonostante le dosi in meno”.

Anche oggi, 7 maggio 2021, come oramai usuale per ogni venerdì dall’inizio della pandemia, alle 14.45 il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, durante la diretta settimanale per gli ultimi dati sul virus, ha fatto il punto della situazione sui contagi, sulla campagna vaccinale e sulle iniziative in campo per la ripartenza in sicurezza della Campania.

“È stata una settimana molto interessante, con alcuni elementi di soddisfazione per la Campania, come il superamento di 2 milioni di somministrazioni. Possiamo vantare il risultato migliore d’Italia per quanto riguarda le vaccinazioni degli ultra ottantenni, nonostante come sapete abbiamo ricevuto 200mila dosi in meno – ha detto il governatore -. Abbiamo superato due milioni di somministrazioni di vaccino in Campania, abbiamo raggiunto oltre 600mila cittadini con doppie dosi, ieri sfiorato le 50mila vaccinazioni in una giornata e abbiamo raggiunto con la prima vaccinazione il 100% degli ultra 80enni, il 90% degli ultra 70enni, l’80% degli ultra 80enne non deambulanti. Abbiamo prodotto uno sforzo enorme per mettere in sicurezza le categorie fragili e le persone anziane. La Campania, ad oggi, registra, il livello più basso di occupazione di terapie intensive e anche il livello più basso di decessi. Siamo ad una percentuale del 21%mentre la Lombardia è al 37% sulle terapie intensive. C’è stato un annuncio epocale dal commissariato di Governo: dal 10 maggio iniziamo i vaccini agli ultra 50enni. Noi il 10 maggio avremo già finito”.

Insomma, De Luca parla di una campagna di vaccinazione straordinaria e di orgoglio campano. E rivendica il fatto di aver “anticipato scelte fatte ora proprie da tutti, come quello di puntare sulla vaccinazione del settore turistico, alberghiero, della ristorazione, delle isole. Quando abbiamo deciso noi ci voleva un po’ di coraggio, continueremo sulla nostra linea”.

“Abbiamo completato il lavoro di immunizzazione a Procida – ha aggiunto – domani abbiamo una iniziativa a Capri per presentare l’isola Covid free. Avevamo deciso di fare questa scelta sia per ragioni sanitarie sia per ragioni di promozione internazionale del turismo campano. Ricordate che qualche mese fa, quando abbiamo comunicato questo obiettivo della regione ci sono state polemiche a non finire. Bene, prendiamo atto con soddisfazione che ora sono d’accordo tutti sulla necessità di immunizzare le isole, ci fa piacere”.

Inoltre, ha ribadito la necessità di prolungare le aperture dei ristoranti fino alle 23, sebbene si dica contrario “ad assistere alla movida nelle forme nelle quali l’abbiamo conosciuta nei mesi e negli anni passati. Se dovesse succedere questo, noi ci giochiamo l’estate e a settembre avremo la terza ondata”. Avverte i giovani: “Nessuna ricreazione da squinternati e feste in casa. Si comincia a respirare ma dobbiamo stare attenti. Io ho il terrore delle serate della movida”.

“La campagna di vaccinazione – ha proseguito il Governatore – va avanti in maniera eccellente. Può capitare qualche giornata di affollamento, ma in generale i nostri concittadini possono testimoniare di aver ricevuto un servizio di ottima qualità. In alcune realtà sembra di essere in Svizzera o in Svezia, per la qualità del servizio. Lo dico soprattutto per rendere onore al nostro personale, che è stremato e che ringrazio. Rimaniamo, inoltre, la regione che restiamo con il livello più basso per occupazione di terapie intensive, il 21%, e il livello più basso di deceduti per Covid in base alla popolazione. Rispetto a questi due dati siamo all’avanguardia in Italia. E questo testimonia la qualità del servizio sanitario campano. Abbiamo anche la qualità del servizio di informazione più avanzato in Italia. Siamo la regione più trasparente d’Italia. Stiamo accelerando anche per la consegna delle card di avvenuta vaccinazione. Abbiamo un’app da 400mila utenti, la più scaricata in Italia nella categoria medica. Potevate immaginarlo due anni fa che la regione che usciva da 10 anni di commissariamento potesse produrre questi risultati di eccellenza? Il fiume di pazienti campani che vanno a curarsi al nord non c’è più. Qui ci sono eccellenze come il Pascale, il Santobono, il Monaldi, il Cardarelli, il Ruggi e altri ospedali sul nostro territorio. Abbiamo motivo per essere orgogliosi. A livello nazionale i media hanno tralasciato la notizia dell’inaugurazione dell’hub vaccinale di Capodichino, dove si possono somministrare fino a 10mila vaccinazioni al giorno. Stiamo concludendo una campagna di vaccinazioni straordinaria”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »