Quantcast

Con i sogni play-off ormai svaniti, il Vico si presenta al Comunale con la voglia di far bene

Più informazioni su

Con i sogni play-off ormai svaniti, il Vico si presenta al Comunale “28 settembre 1943” con la voglia di far bene e onorare il torneo contro una Scafatese in grande crisi di risultati. In un primo tempo molto combattuto a centrocampo, la Scafatese si porta più volte in avanti, ma il Vico si difende bene e gli attaccanti giallo-blu sono piuttosto imprecisi. Il più pericoloso è De Iulis al 31′, ma la sua conclusione finisce a lato. L’unico a provarci per il Vico è Ferraro. Il numero 8 riceve il pallone e calcia poco fuori l’area di rigore, ma il suo tiro è centrale. Si va negli spogliatoi sullo 0 a 0. I padroni di casa iniziano la ripresa con molta veemenza e dopo solo due minuti, si porta in vantaggio. De Sio scappa sulla sinistra e mette al centro per Mascolo che lasciato incolpevolmente solo, insacca. Il vantaggio non ferma la Scafatese che dopo pochi minuti colpisce anche una traversa con De Iulis. Il n° 9 disegna una bella traiettoria su punizione, ma la traversa gli dice di no. Al 55′ Belviso si deve superare sul colpo di testa di Mascolo per evitare il raddoppio della Scafatese. Raddoppio che arriva dopo pochi minuti, ma l’assistente dell’arbitro annulla perchè De Sio, l’autore del cross che poi aveva portato al goal, si era trascinato il pallone fuori prima di metterla al centro. Dopo mezz’ora di fuoco della Scafatese, il Vico rialza la testa e per poco non beffa i padroni di casa in debito di ossigeno. Soltanto un miracolo di Palladino, su un gran tiro da fuori di Di Ruocco riesce ad evitare il pareggio e permettere alla Scafatese di portare a casa tre punti preziosi in ottica play-off.

Più informazioni su

Commenti

Translate »