Quantcast

Castellammare di Stabia e Vico Equense unite dalla funivia, ripartite le corse per il Faito

Castellammare di Stabia e Vico Equense unite dalla funivia, ripartite le corse per il Faito

Riparte la Funivia del Faito

la “panarella” del Faito
Questa mattina riprendono le corse per
salire verso la cima del Faito

A partire dalle ore 10.00 riprenderanno le corse giornaliere che, tra mare e montagna, regalano un panorama mozzafiato unico al mondo

La giornata inaugurale sarà anche l’occasione presentare, alle ore 12:00 presso la stazione superiore, il progetto di valorizzazione e allestimento del piazzale antistante la stazione della storica funivia del Monte Faito. Il progetto, denominato “Le Piazze del Faito” redatto da Od’A “Officine di Architettura”, vincitore del concorso di idee “fare piazza al Faito”, propone la riconversione di uno spazio, quello del Piazzale Funivia Superiore, mirando a costruire un sistema di piazze caratterizzate dalla presenza di elementi in grande scala – totem-arredo-land mark- raccolti sotto una grande pergola/copertura in grado di accogliere e proteggere i visitatori

E’ ripartita la Funivia del Faito con le sue corse quotidiane.
L’appuntamento è stato anche l’occasione per presentare il Progetto Fare Piazz(e) al Faito. Il presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio ha evidenziato come “oggi il piazzale superiore appare come un luogo senza identità, di transito. L’idea è di pedonalizzare il piazzale, ricoprirlo parzialmente e trasformarlo in una piazza, luogo di incontro protetto e aprendo dalla piazza sul golfo”.

Fare piazz(e) al Faito è un progetto di riconversione del Piazzale superiore della Funivia, che mira a costruire, attraverso 5 nuovi spazi pubblici, un sistema di piazze caratterizzate dalla presenza di elementi in grande scala – totem-arredo-landmark – raccolti sotto una grande pergola/ copertura in grado di accogliere e proteggere i visitatori.
La redazione del progetto è stata affidata alla società OD’A – officina d’architettura- vincitrice del concorso di idee promosso da EAV. Al termine della progettazione, prevista entro il 15 luglio, sarà avviata la conferenza dei servizi propedeutica all’approvazione del progetto redatto. Il costo dei lavori è stimato in 2,5 milioni. La previsione è di concludere i lavori per la fine del 2023.
Il progetto vuole potenziare il sistema della attività ludico/ricettive ed implementare i flussi al fine di svincolare l’area dall’attuale funzione esclusivamente di passaggio e di servizio alla Stazione superiore. Proprio il fabbricato della Stazione sarà oggetto di un restyling della sala di attesa, di tutti i percorsi pubblici e la creazione di nuovi servizi igienici per la piazza, inoltre è previsto un ampliamento con la realizzazione di uno spazio ipogeo destinato ad ospitare un punto di ristoro, uno spazio espositivo e un corner per l’Ente Parco Regionale dei Monti Lattari.

Commenti

Translate »